Infrastrutture e incentivi a imprese: intesa tra Campania e Puglia

20 aprile 2009

Infrastrutture ed incentivi alle imprese: sotto scritto il protocollo d’intesa tra i presidenti delle Regioni Campania e Puglia, Antonio bassolino e Nichi Vendola.
Per quanto riguarda le infrastrutture, l’obiettivo è raggiungere una integrazione più efficace nei campi della logistica e dei trasporti nelle relazioni Mezzogiorno – Balcani – Sponda Sud del Mediterraneo, con la linea ferroviaria ad alta velocità/alta capacità Bari-Napoli-Roma, lo sviluppo delle autostrade del mare e la creazione di strutture per la logistica, lo stoccaggio merci, i centri servizi ed i nodi multimodali.
Per quanto riguarda le imprese, si punta ad interventi per accrescere le potenzialità sui mercati dei settori della nautica, florovivaismo, agroalimentare, per accompagnare il trasferimento delle tecnologie dal settore della ricerca a quello della produzione, e ad iniziative nel campo dell’indotto a supporto del Polo Aerospaziale.
Il protocollo è indirizzato anche alla promozione della società dell’informazione con progetti per le città digitali, la diffusione delle reti tecnologiche e l’e-goverment nella pubblica amministrazione. Le due regioni promuoveranno, poi, la conoscenza e gli scambi culturali nel Mediterraneo e nell’area balcanica, l’offerta “Green” e le fonti di energia rinnovabili. Infine, è prevista la riorganizzazione della rete scolastica, il sostegno alla formazione per contrastare i tagli alla ricerca e alla pubblica istruzione, ed una politica d’inclusione sociale dei soggetti deboli e degli immigrati. “Con questa Intesa Campania e Puglia intensificano – spiega Bassolino – la collaborazione già esistente nei più rilevanti settori di sviluppo. L’obiettivo è di fare fronte comune per contrastare gli effetti della crisi in corso e accelerare la crescita di due regioni strategiche per l’area del Mediterraneo e dei Balcani”.
“Tra le priorità che condividiamo c’è innanzitutto il potenziamento delle infrastrutture, in particolare dei collegamenti ferroviari, delle autostrade del mare e della logistica a supporto degli scambi commerciali tra Tirreno e Adriatico. L’intesa punta inoltre a creare un più stretto coordinamento nelle iniziative a sostegno delle imprese, della ricerca, dell’innovazione tecnologica e della formazione” dice Bassolino che aggiunge: “E’ questa la strada per evitare sprechi, concentrare gli sforzi e rendere più competitivi i nostri territori nello scenario internazionale. L’asse Campania-Puglia è parte importante di quel lavoro comune che stiamo portando avanti come presidenti di tutte le Regioni meridionali e che vogliamo rendere sempre più forte e incisivo”.