Infrastrutture Contursi/Lioni/Grottaminarda/Termoli: Flammia interviene presentando tre emendamenti

14 aprile 2005

Irpinia – Tre gli emendamenti presentati dal senatore Angelo Flammia al decreto sulla “competitività”. I riferimenti, la strada Contursi-Lioni-Grottaminarda- Termoli, il raddoppio ferroviario Caserta-Foggia e le aziende sotto curatela fallimentare delle aree industriali. Relativamente alla prima modifica, si invita ad aggiungere al comma 1, il seguente periodo: “Il Cipe finanzia inoltre gli interventi infrastrutturali di cui al comma 1, articolo 86, della legge 27 dicembre 2002, n. 289, relativi agli interventi per la ricostruzione nei comuni colpiti da eventi sismici di cui alla legge 14 maggio 1981, n. 219” (Flammia, Brutti Paolo). Riguardo all’articolo 5, dopo il comma l, inserire l’aggiunta: “l-bis. Il Cipe finanzia altresì gli interventi per assicurare il completamento, da parte delle Ferrovie dello Stato, del raddoppio della tratta ferroviaria Caserta- Foggia” (Flammia Brutti Paolo). Infine, per l’articolo 2, l’invito ad aggiungere dopo di esso il seguente articolo ‘2-bis’. Il comma 5, articolo l0, della legge 7 agosto 1997, n. 266, è così modificato: le parole -nonché l’esercizio delle funzioni a amministrative relative al completamento degli insediamenti produttivi- sono sostituite dalle seguenti: “Nonché il credito vantato dal Ministero nei confronti delle imprese revocate anche in presenza di procedure concorsuali. In quest’ultima ipotesi gli organi della procedura provvederanno all’immediata consegna dei lotti revocati con relative accessioni e pertinenze ai Consorzi competenti per il territorio che eserciteranno le funzioni amministrative relative al completamento degli insediamenti produttivi”. (Flammia Battafarano).