Infopoint a Capodichino e a Beverello, l’Irpinia riparte. Biancardi: “La politica farà un passo di lato””

Infopoint a Capodichino e a Beverello, l’Irpinia riparte. Biancardi: “La politica farà un passo di lato””

20 novembre 2019

Alpi – Due infopoint all’aeroporto ed uno a Molo Beverello. Sono soltanto alcuni punti di un progetto di più largo respiro previsto dalla “Fondazione Sistema Irpinia”. Il primo passaggio, come annunciato dal Presidente Donatella Cagnazzo, è la realizzazione di una piattaforma digitale. Dieci persone lavoreranno al piano terra di Palazzo Caracciolo che fungerà anche da infopoint del capoluogo irpino. “Creiamo qualcosa di concreto per la promozione del territorio – afferma il Presidente dell’amministrazione provinciale di Avellino, Domenico Biancardi -. La politica darà soltanto delle indicazioni, ma ora la parola passa agli esperti”.

L’insediamento della Fondazione Sistema Irpinia

All’interno della Fondazione, il socio fondatore, ovvero la Provincia, sarà in minoranza. Ne fanno parte, di diritto, Giuseppe Bruno, presidente di Confindustria Avellino, Oreste La Stella, presidente della Camera di Commercio, Giuseppe Silvestri, presidente Unpli Avellino, Giuseppe Vitale, presidente nazionale Cta Acli, Fabio Amatucci, docente universitario, Francesco De Beaumont, avvocato e imprenditore vitivinicolo, Annibale Discepolo, giornalista, Ilaria Loffredo, esperta di beni culturali, marketing territoriale e turistico, Antonio Larizza, avvocato e già presidente della Fondazione Avella Città d’Arte, Angelo Verderosa del Touring Club e Donatella Cagnazzo.

“L’Irpinia – dice ancora Biancardi – deve uscire fuori da un’area interna che non riesce ad emergere. Abbiamo bisogno di aprire i musei di domenica e di ripartire da capo. Alla Fondazione cederemo tutto, creeremo un biglietto unico di accesso, attueremo una vera e propria rivoluzione. Speriamo che il messaggio arrivi anche in Regione, come un progetto pilota per tutta la Campania. I soldi ci sono, perchè ancora mandiamo indietro quelli che vengono dall’Europa. Spendiamoli”.