Industria Italiana Autobus, De Palma (Fiom): “Si passi dalle parole ai fatti”

Industria Italiana Autobus, De Palma (Fiom): “Si passi dalle parole ai fatti”

5 febbraio 2016

Sull’ultimo tavolo al Mise sulla vertenza ex Irisbus e ex Bredamenarinibus di Bologna, si registra la nota di Michele De Palma, coordinatore nazionale della Fiom Cgil.

“Doveva essere, perché in effetti non c’è stata nessuna verifica ma un’esposizione di uno stato dell’arte non diverso da quello illustrato nell’ultimo incontro, tenuto a dicembre dello scorso anno”, ha riferito De Palma.

“L’amministratore delegato Del Rosso e soci non hanno ancora provveduto alla ricapitalizzazione della società dei 6,25 milioni stabiliti, unica condizione non ancora soddisfatta posta alla base dell’erogazione da parte di Invitalia – come ha ribadito anche oggi il dottor Mattarella – degli oltre 18 milioni di finanziamento (parte dei quali a fondo perduto) considerati “congrui con il piano di sviluppo” e già pronti”.

“Per la Fiom – dichiara Michele De Palma, responsabile settore automotive per i metalmeccanici Cgil – bisogna passare dalla parole ai fatti innanzitutto perché ci sono troppi ritardi nell’applicazione del piano industriale, dato che ad oggi non c’è nulla a Flumeri di quanto stabilito nell’accordo e il rispetto dell’intesa sottoscritta a Bologna non ha trovato l’attuazione.”

“Dall’incontro – aggiunge – ci saremmo aspettati la realizzazione di quanto sottoscritto al ministero dello Sviluppo economico, quindi la ricapitalizzazione e la riprogrammazione del piano industriale, ma ancora una volta non ci è stato presentato nulla di nuovo”.