Indagato per camorra il presidente del Pd regionale

Indagato per camorra il presidente del Pd regionale

26 aprile 2016

Terremoto nel Pd campano: stamane, martedì, sono stati perquisiti l’ufficio e le abitazioni del presidente del Pd Campania Stefano Graziano, accusato di concorso esterno in associazione camorristica. Graziano, secondo gli inquirenti, avrebbe ottenuto appoggio elettorale dall’imprenditore Alessandro Zagaria (solo omonimo del boss) in cambio di favori relativi ad un appalto.

Inoltre, il nucleo di polizia tributaria della Guardia di Finanza di Napoli e i carabinieri del Nucleo Investigativo di Caserta hanno eseguito nove ordinanze di custodia cautelare nei confronti di funzionari comunali, imprenditori, professionisti della zona di Caserta.

Sono accusati – rendono noto gli investigatori – a diverso titolo di associazione per delinquere di stampo camorristico, corruzione per atti contrari ai doveri di ufficio e altre irregolarità nelle gare di appalto pubblico messe in atto anche per agevolare il clan dei casalesi.

Le indagini, coordinate dall’aggiunto Giuseppe Borrelli, sono guidate dai pm Maurizio Giordano, Alessandro D’Alessio, Gloria Sanseverino e Luigi Landolfi.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.