Incidente sul Raccordo Salerno Avellino, il conducente aveva bevuto e fatto uso di droghe prima del sinistro

Incidente sul Raccordo Salerno Avellino, il conducente aveva bevuto e fatto uso di droghe prima del sinistro

7 febbraio 2016

Aveva bevuto e fatto uso di droghe il giovane di 29 anni protagonista nella serata di ieri di un incidente sul raccordo autostradale Salerno Avellino, all’altezza di Montoro Sud in carreggiata Sud.

Erano le ore 21,20 quando sul posto sono giunti gli agenti della Stradale di Avellino.

Secondo quanto riportato, l’utilitaria sulla quale era a bordo il 29enne – che viaggiava in compagnia di un uomo di 47 anni – avrebbe perso il controllo, ribaltandosi contro il guardrail.

Giunti sul luogo gli operatori della Polstrada prestavano immediatamente i primi soccorsi ai due occupanti dell’unico veicolo risultato essere coinvolto nel sinistro stradale, nel contempo assicurando la circolazione stradale sull’importante arteria nella sola corsia di sorpasso, in condizioni di sicurezza.

Dai primi accertamenti si evidenziava che il conducente del veicolo, una Toyota Aygo, per cause in corso di approfondimento perdeva il controllo dell’autovettura andando ad impattare violentemente contro le barriere laterali.

Il passeggero, un uomo di 47 anni, veniva trasportato presso l’Ospedale Moscati di Avellino in codice rosso e successivamente giudicato guaribile con prognosi riservata.

Il conducente, un giovane di 29 anni, veniva immediatamente sottoposto dagli operatori della Polizia Stradale al test dell’etilometro, risultando positivo con un tasso alcolemico quasi tre volte oltre il limite legale.

Immediatamente dopo veniva anch’egli trasportato in ospedale per le lesioni subite a seguito dell’urto dove venivano eseguiti, su richiesta, accertamenti biologici finalizzati ad accertare se lo stesso avesse fatto uso anche di sostanza stupefacenti.

A seguito di tale esame il 29enne risultava essere positivo a sostanze stupefacenti del tipo Cannabis e Metadone.

Il giovane è stato denunciato; il veicolo di sua proprietà è stato sottoposto al sequestro per la successiva confisca, ai sensi delle norme vigenti.