Incidente di Nola, il migliore amico di Vincenzo: “Sveglio ma non cosciente, chiedo rispetto”

Incidente di Nola, il migliore amico di Vincenzo: “Sveglio ma non cosciente, chiedo rispetto”

2 marzo 2016

Vincenzo Gaglione, il giovane coivolto nell’incidente del 29 gennaio a Nola sulla Statale 7 bis, migliora gradualmente.

A darci notizia è Giovanni D’Anna, migliore amico del giovane speronese che spiega: “Vincenzo è ricoverato presso l’ospedale di Pozzilli in provincia di Isernia, le sue condizioni sono stabili, è sveglio ma non cosciente, nell’arco della giornata si addormenta, ha diverse reazioni fisiche di alcune parti del corpo: stringe la mano ad esempio. I medici sostengono che se ci sono questi miglioramenti o altre reazioni fisiche potrebbe incominciare a parlare ma non si espongono più di tanto, senza dare certezze”.

“I giornali spesso non hanno fatto uscire la verità delle cose – continua Giovanni – così come non condivido il comportamento di parte della comunità. Capisco la preoccupazione, la mancanza, capisco il desiderio di dare sostegno, posso capire anche la curiosità di vedere da vicino come sta Vincenzo, ma non riesco a capire la pretesa di tanti semplici conoscenti che non hanno nessun legame stretto con la nostra comitiva, eppure si sentono di dover apparire come partecipi della sofferenza della famiglia. Sinceramente non condivido neanche la scelta di andare all’ospedale in massa. Vincenzo è un essere umano non un pupazzo da ammirare. Queste persone non hanno il diritto di sostituirsi alla sua famiglia e ai suoi veri amici, per questo sento di dover chiedere rispetto per il mio amico e per il dolore che sta vivendo la sua famiglia”.

 


Latests News

Droga, arrestato 55enne: ai domiciliari per 9 mesi

I Carabinieri della Stazione di Montecalvo Irpino hanno tratto in

10 dicembre 2018

Sicurezza e legalità sui luoghi di lavoro: due imprenditori denunciati

Continua l’azione dei Carabinieri del Comando Provinciale di Avellino, quotidianamente

10 dicembre 2018