In Irpinia moda è donna, in crescita anche le imprese straniere

In Irpinia moda è donna, in crescita anche le imprese straniere

26 febbraio 2019

Marco Grasso – In Irpinia il settore della moda è sempre più rosa. Le donne impegnate in prima fila sono 698, sui complessivi 1.810 imprenditori di settore per un’incidenza del 38.6 per cento. In Campania ammontano a 11.520, pari al 36 per cento degli imprenditori della moda.

Secondo il rapporto della Camera di Commercio di Milano, Monza Brianza e Lodi, a livello regionale guida il Sannio, dove le imprenditrici della moda rappresentano il 45,5 per cento degli operatori di settore, quasi uno su due. Seguono Salerno (44.8) e Caserta (42.1). In termini percentuali la maglia nera va a Napoli con il 32.5 per cento.

In crescita anche il numero di imprese con guida straniera: in Irpinia ammontano a 69 sulle complessiva 1.495 attive in Campania. La provincia con più appeal per gli stranieri è quella di Napoli (904) che precede Caserta (347) e Salerno (134). Chiude il Sannio con 41 imprese della moda guidate da imprenditrici non italiane. Quelle guidate da giovani rappresentano invece il 17.8 per cento, performance peggiore in Campania dove guida Napoli con il 20.4.

Gli addetti in Irpinia sono 1.366, pari allo 0.6 per cento del dato complessivo dell’occupazione. In termini percentuali guidano Napoli e Salerno dove l’occupazione di settore è pari, rispettivamente, al 6 e all’1.3 per cento.

A livello nazionale sono 93 mila le imprenditrici nella moda in Italia su 221 mila imprese del settore, il 42%. Hanno 216 mila addetti. Sono concentrate a Milano, 4.398, il 33% delle imprese di moda. Per numero di imprese femminili nella moda sono prime Napoli con quasi 7 mila imprese, il 33%, Roma con oltre 6 mila, 42%, Milano con oltre 4 mila, 33%, Firenze con 3 mila, 37%.

Prime per addetti sono Prato con 14 mila, Napoli con 13 mila, Firenze con 12 mila, Milano con quasi 10 mila, Roma con 9 mila. Più donne a Savona, tra i centri con oltre 400 imprese femminili nella moda, con 478 imprese, 61%, Viterbo con 460, 58%, L’Aquila con 431, 58%, Livorno con 511, 57%. Maggioranza femminile a Genova e Perugia, entrambe con oltre mille imprese di donne nella moda.