In Irpinia è allarme furti. L’appello del Prefetto: “Necessaria collaborazione dei cittadini”

In Irpinia è allarme furti. L’appello del Prefetto: “Necessaria collaborazione dei cittadini”

27 gennaio 2018

Marco Imbimbo – Ad Avellino, la zona di Contrada D’Archi è stata presa d’assalto dai rapinatori di ville. In provincia la situazione non va meglio. Ad esempio, il sindaco di Montoro, Mario Bianchino, ha lanciato appello affinché ci siano maggiori controlli. «Questo argomento è costantemente all’ordine del giorno del comitato sull’ordine pubblico», sottolinea il Prefetto di Avellino, Maria Tirone, prima di precisare che «i fenomeni vanno sempre valutati nel lungo periodo perché, oggi possono interessare una zona, ma domani spostarsi in un’altra».

Lo stesso Prefetto, però, prova a placare gli animi e soprattutto evitare che si crei dell’allarmismo eccessivo. «Il dato complessivo è stabile – spiega Tirone – ma questo non vuol dire che vada bene, perché noi dobbiamo aspirare sempre a migliorare la situazione». Le forze dell’ordine sono pronte a dare il massimo per contrastare il fenomeno dei furti nelle abitazioni, ma anche la comunità dovrà recitare la sua parte. «E’ necessaria la collaborazione dei cittadini – sottolinea il Prefetto. Molto spesso basta una semplice segnalazione per sventare un furto. Così come è importante che, tutti noi cittadini, sulla base di quella che è la nostra situazione, assumiamo delle misure di autotutela. Quindi, se si abita in una zona molto decentrata e si teme che il rischio furto sia elevato, bisogna prendere determinate misure. Io stessa sono stata vittima di un furto – ricorda Tirone – perché non avevo messo il sistema di allarme e ho pagato per questa mia dimenticanza».

Collaborazione dei cittadini a parte, le azioni delle forze dell’ordine stanno proseguendo senza sosta. «Ci stiamo dando da fare e i risultati ci sono – spiega Tirone. Non a caso molte persone sono state individuate e consegnate alla giustizia. Molti furti sono stati sventati».