In Campania cresce il consumo di nuove droghe: diffusione tra i giovani di Spice e Nps oltre la media nazionale

In Campania cresce il consumo di nuove droghe: diffusione tra i giovani di Spice e Nps oltre la media nazionale

18 aprile 2019

In Campania cresce il consumo di nuove droghe: diffusione tra i giovani di Spice e Nps oltre la media nazionale. I dati sono stati diffusi nel corso del convegno sulle dipendenze patologiche Addiction First, che si è tenuto a Frattamaggiore, in provincia di Napoli. Su un campione di ragazzi intervistati nel 2017, il 13,3% ha ammesso di avere assunto, nei 12 mesi precedenti, della spice, contro una media nazionale di 11,9%. Si tratta di una droga sintetica simile alla marijuana, ottenuta irrorando delle erbe normali tritati con delle sostanze sintetizzate in laboratorio che agiscono sugli stessi recettori del THC. Gli effetti sembrano quindi quelli della marijuana, ma possono rivelarsi devastanti.

Parallelamente, è in aumento anche il consumo di NPS, le “legal highs”, che sono quelle sostanze chimiche dagli effetti psicotropi che, per un buco legislativo, sono però legali: sono “nuove droghe”, di recente sintetizzazione, e non sono state (ancora) inserite nelle tabelle degli stupefacenti. Anche in questo caso in Campania si registra un dato più elevato rispetto alla media italiana: 6,1% contro il 4,3%. L’indagine è stata svolta nel 2017 e chiusa nel 2018 e ha interessato i ragazzi campani tra i 15 e i 19 anni.