Immigrazione: in Campania l’Irpinia si attesta al quarto posto

15 marzo 2006

Avellino – In tre ore sono stati presentati ben 2381 kit per il ‘nulla osta’ per il lavoro domestico subordinato e stagionale degli extracomunitari. Per tre ore gli stranieri residenti all’estero sono rimasti in fila nei 45 uffici postali rimasti aperti in via straordinaria dei quali quattro nella sola città capoluogo. Lunghe file si sono registrate a Valle e a Via Francesco Tedesco mentre tutto regolare presso l’Ufficio Postale Centrale di Via De Sanctis dove il direttore di concerto con la Polizia ha aperto le porte sin dalla mattina al fine di non creare particolari disagi e per far attendere l’apertura degli sportelli fissata alle 14.30 riparati dalle intemperie. In ogni struttura sono stati adibiti tre sportelli per le domande degli extracomunitari e ogni persona in fila ha potuto consegnare fino a un massimo di cinque domande alla volta. Gli uffici postali abilitati all’accettazione sono stati collegati mediante un sistema di rilevazione elettronico centralizzato che ha consentito di certificare data e ora di accettazione in modo univoco su tutto il territorio nazionale. Alla consegna è stata rilasciata una ricevuta che attesta l’avvenuta consegna e accettazione da parte dell’impiegato. In base al decreto ministeriale del 15 febbraio scorso, per il 2006 sarà concesso l’ingresso in Italia di stranieri da regolarizzare ‘solo’ a 170mila extracomunitari dei quali 7000 per la sola Campania distinti in 2500 stagionali, 2300 domestici e 350 per l’edilizia. In Campania sono state 27449 le domande presentate contro le 480mila domande in tutta Italia e la provincia di Avellino si attesta al quarto posto preceduta da Napoli con 10217, Salerno con 8432, Caserta con 5954. all’ultimo posto la provincia di Benevento con 1365 domande presentate. (e.b.)