Immigrati, Cillo: “Avellino farà la sua parte nel limite del possibile”

Immigrati, Cillo: “Avellino farà la sua parte nel limite del possibile”

18 febbraio 2016

“Il Comune di Avellino c’è e farà la sua parte nell’accoglienza degli immigrati nel limite del possibile”.

E’ quanto ha riferito stamane l’assessore alle politiche sociali del Comune di Avellino Marco Cillo, a margine della commissione politiche abitative.

L’esponente della Giunta Foti ha provato a fare chiarezza sul caso del sequestro dei centri per richiedenti asilo e sul ruolo che dovrà assumere anche il capoluogo irpino dopo le ultime dichiarazioni del Prefetto di Avellino Sessa.

“Pensare di poter trovare una collocazione nel comune capoluogo per 180 persone entro il domani 19 febbraio – dice – non è possibile. Noi possiamo fare la nostra parte per piccoli numeri con le strutture che abbiamo a disposizione”.

Paventata l’ipotesi di destinare l’ex ospedale Maffucci a centro di accoglienza. Per Cillo però si tratta di una “… soluzione impraticabile. Mettere queste persone in una unica struttura – conclude Cillo – significherebbe comportarsi e riservargli lo stesso trattamento che hanno ricevuto in quelle appena sequestrate. Non vogliamo creare un lager, 200 sono persone e non numeri ed accoglierli in una sola struttura non è rispettoso e dignitoso”.