Imbriano (SeL): “In Irpinia un centrosinistra che superi divisioni”

5 dicembre 2012

“Le Primarie sono state una boccata d’ossigeno per il centrosinistra, una bella pagina di buona politica, una risposta al qualunquismo e alla passivizzazione. E la netta vittoria di Bersani, ottenuta anche grazie al sostegno decisivo di Vendola, ha rafforzato innegabilmente nel Paese il campo dei Progressisti”. Lo riferisce in una nota Gennaro Imbriano di SeL.
“Da queste Primarie emergono ora due domande chiare: di rinnovamento e rigenerazione della politica e dei gruppi dirigenti. E una domanda di sinistra, di una svolta radicale rispetto alle politiche neoliberiste e di austerita’ che stanno facendo sprofondare l’Italia nella crisi. Ma queste rilevanti vicende politiche non possono non riguardare anche l’Irpinia e la citta’ di Avellino. E mi pare interessante il percorso che -a questo proposito- ha recentemente suggerito il sen. De Luca, un percorso che ricalca quello che a livello nazionale hanno promosso negli ultimi mesi Pd, Sel e Psi. Carta d’intenti e confronto partecipato sul programma, ma anche Primarie per la scelta del candidato sindaco. Da qui si puo’ provare a costruire, anche ad Avellino e in Irpinia, un nuovo centrosinistra che superi gli errori e le divisioni del passato, aperto al contributo delle migliori energie della citta’”, conclude.