Il sindaco di Cassano, Salvatore Vecchia, è con Scelta Civica

7 febbraio 2013

All’insegna della concretezza prosegue il viaggio di Angelo D’Agostino nei territori della Circoscrizione Campania 2. Bando alle promesse da campagna elettorale, Scelta Civica si pone come rinnovamento delle logiche e dei metodi della cattiva politica.
Un progetto fondato sui contenuti che incontra crescenti consensi tra amministratori locali, imprese, lavoratori, famiglie, dipendenti pubblici o disoccupati: in due sole parole nella società civile chiamata a “salire” con Mario Monti.

Tra le numerose adesioni di amministratori locali, dopo i pubblici apprezzamenti dei sindaci di Grottaminarda, Ariano e di tanti altri centri delle province di Benevento, Salerno, Caserta e Avellino, un nuovo attestato di stima arriva da Cassano Irpino. Il sindaco Salvatore Vecchia spiega: “L’adesione a Scelta Civica risponde all’esigenza di concorrere ad un progetto politico nuovo e concreto, con persone credibili e competenti come Angelo D’Agostino ed il capolista Antimo Cesaro. In un momento di grande difficoltà per le nostre comunità occorre ridare una dimensione della politica in cui, i problemi tanto avvertiti, siano affrontati con realismo, tracciando concrete ipotesi di soluzione. Scelta civica rappresenta tutto questo”.

Più che le parole, i candidati e i simpatizzanti di Scelta Civica, amano far parlare i fatti. Vecchia né è la conferma: “La mia scelta politica ha determinato coerentemente l’aver rassegnato nelle mani del Presidente della comunità montana “Terminio Cervialto” la delega di vicepresidente assegnatami nell’ambito di un accordo Udc – Pdl, fermo restando la mia assoluta disponibilità ad essere vicino ai disagi dei lavoratori concorrendo nella gestione dell’ente con qualunque ruolo senza legami di appartenenza ai partiti attualmente in giunta”. Lasciare una poltrona o il potere per credere nella buona politica e dare il proprio contributo, ecco la proposta shock di “Scelta Civica”.