Il Questore di Avellino attore di teatro per un giorno, ma solo per beneficenza

Il Questore di Avellino attore di teatro per un giorno, ma solo per beneficenza

12 giugno 2019

Renato Spiniello –  “Siamo dilettanti, quindi spero nella bontà del giudizio di chi assisterà allo spettacolo, ma la vera vittoria sarà quella di poter raccogliere quanti più fondi possibile per una causa importante”. Il Questore di Avellino, Luigi Botte, sarà attore di teatro per un giorno, visto che indosserà le vesti di Giovanni Ruoppolo nel classico napoletano scritto a quattro mani da Armando Curcio ed Eduardo De Filippo.

L’appuntamento – a ingresso totalmente gratuito – è per questo venerdì presso l’Auditorium del Liceo Ginnasio Statale “F. De Sanctis” di Sant’Angelo dei Lombardi, quando l’Ente Culturale di ispirazione cattolica “Schola Cantorum San Lorenzo Martire – Nicola Vigliotti” di San Lorenzello, in provincia di Benevento, rappresenterà la commedia teatrale “La fortuna con la effe maiuscola”.

L’iniziativa è a scopo benefico: i fondi raccolti, infatti, verranno interamente devoluti alla “Giada Onlus” – Associazione Volontariato Genitori di Disabili di Rocca San Felice. Stamane, alla presenza, oltre del Dirigente Superiore di Polizia, del sindaco di Sant’Angelo dei Lombardi Marco Marandino e del dirigente scolastico dell’Istituto che ospiterà la rappresentazione teatrale Rosanna Repole, sono stati svelati i dettagli della manifestazione.

L’Ente culturale che rappresenterà la commedia dispone di un laboratorio teatrale, di cui fa parte lo stesso Questore, per cui il protagonista dello spettacolo non poteva che essere lui. “Con questa iniziativa – spiega quest’ultimo – il motto ‘Esserci Sempre’ della Polizia di Stato assume una nuova declinazione: non solo prevenzione e repressione dei reati ma anche sostegno alle fasce deboli tramite l’impegno nel sociale. Essere, in pratica, dentro la comunità e venire incontro alle esigenze della stessa, combattendo non solo l’illegalità ma anche l’emarginazione e il disagio sociale”.

Saranno presenti alla kermesse di venerdì tutte le autorità irpine: a partire dal Prefetto Maria Tirone, dai Comandanti dei diversi corpi di polizia presenti sul territorio e dal Presidente di Confindustria.

L’iniziativa, come detto, si svolgerà a Sant’Angelo dei Lombardi, grazie alla collaborazione del sindaco del borgo altirpino Marco Marandino e della dirigente scolastica dell’istituto “F. De Sanctis” Rosanna Repole. “E’ un’iniziativa lodevole – aggiunge quest’ultima – lo spettacolo è gratuito e la donazione è libera. Il ricavato andrà al “Centro Giada” di Rocca San Felice, dove ci sono quindici giovani diversamente abili“.