Il progetto Jump rilancia la Casina del Principe: via al coworking

Il progetto Jump rilancia la Casina del Principe: via al coworking

10 giugno 2019

Finalmente qualcosa si muove nella rigenerazione e riapertura della Casina del Principe. Da oggi grazie al lavoro delle ragazze e dei ragazzi dell’associazione Avionica sarà possibile studiare e lavorare alla Casina del Principe. Dal lunedì al sabato dalle 9 alle 23, l’associazione metterà a disposizione l’aula studio e il coworking previsti dal progetto Jump.

“Lottiamo ancora con la burocrazia e i ritardi”, dichiara Luca Cioffi, presidente dell’associazione Avionica. “Non abbiamo ancora avuto la possibilità di effettuare gli acquisti delle attrezzature necessarie all’avviamento completo del progetto. Nonostante questo sono tantissimi i ragazzi della città che sono in sessione di esami o che devono affrontare la maturità e che ogni giorno si scontrano con gli orari e i pochi spazi per studiare in città. Per questo abbiamo deciso di mettere subito a disposizione degli spazi dove studiare e lavorare a orario continuato e fino a sera.”

“In questi mesi non siamo stati fermi – continua Cioffi – ma abbiamo ospitato moltissimi eventi nella struttura. Mentre cercavamo di accelerare i tempi per la partenza del progetto , pubblicando insieme al comune il bando per i corsi di formazione previsti, ci siamo messi al lavoro per ripulire la struttura, riparare alcuni guasti ed arredarla. A prescindere dal progetto, teniamo a questa struttura e continueremo a fare il possibile per renderla un punto di riferimento e di aggregazione per tutta la città.”

Nelle prossime settimane Avionica organizzerà una conferenza stampa per aggiornare la città e la nuova amministrazione sullo stato dell’arte e lancerà la prima assemblea di gestione per organizzare il calendario estivo. La volontà di Avionica è quella di rendere la Casina del Principe uno spazio di partecipazione e aggregazione dove singoli e associazioni possano contribuire con le loro idee e le loro progetti. Per questo motivo il calendario delle attività verrà strutturato in assemblee pubbliche e aperte.