Il pianista avellinese Gianluca Di Donato in concerto a Gorizia

4 dicembre 2012

A pochi giorni dal concerto inaugurale del ciclo integrale delle sonate per pianoforte di Mozart, che segnerà il battesimo del Mozart Project 2012-2016, il recital del 8 dicembre di Gianluca Di Donato, nella sala dei musei provinciali di Gorizia, è già tutto esaurito. E non poteva essere diversamente perché per tutta una serie di motivi si tratta di un concerto di enorme importanza, sia perché rappresenta appunto l’inizio del ciclo sia perché ogni appuntamento con un’integrale è un incontro con la storia. Ma c’è anche un altro motivo e cioè i goriziani ricordano benissimo il recital del 26 ottobre dello scorso anno quando il pianista irpino eseguì tra l’altro in modo “magistrale” gli improvvisi op. 90 Di Schubert.

Sabato 8 dicembre alle ore 17 Gianluca Di Donato eseguirà le prime cinque sonate di Mozart K.279-283

Il progetto mozartiano per molti motivi può essere definito storico perché come per Schubert, nessun pianista italiano si è mai avventurato nell’esecuzione integrale dal vivo di tutta la maggiore produzione pianistica del genio di Salisburgo, dalle sonate per pianoforte a quelle con violino, dalle opere a quattro mani e due pianoforte a tutti i concerti per pianoforte ed orchestra. Il tutto con artisti di calibro internazionale come la pianista Erica Bisesi e la violinista Giulia Buccarella. Il ciclo ad oggi ha già quasi settanta date fino alla primavera del 2014 ma altre sono alle porte. Il progetto sarà eseguito in Italia, Svizzera, Germania e nel giugno del 2014 in Brasile.