Il Pd congela il Consuntivo 2017 e si prepara al tesseramento “monitorato”

Il Pd congela il Consuntivo 2017 e si prepara al tesseramento “monitorato”

16 luglio 2018

Renato Spiniello – Pd, la prima riunione della Direzione Provinciale dell’era Di Guglielmo si conclude con il rinvio dell’approvazione del Consuntivo 2017, uno degli argomenti all’ordine del giorno dell’assise convocata a Via Tagliamento insieme all’analisi dell’attuale situazione politica, al tesseramento 2018 e all’organizzazione delle prossime manifestazioni politiche.

La discussione, come ha fatto sapere il neo segretario, è stata rimandata a causa della mancanza di specifiche legate alle singole voci relativamente a entrate e uscite. La colpa ricadrebbe dunque sulla passata gestione: l’ex tesoriere, Michelangelo Ciarcia, anche lui candidato alla segreteria provinciale prima del ritiro, non avrebbe infatti fornito la documentazione necessaria al suo successore Gianni Romeo e allo stesso Di Guglielmo.

Tutto congelato fino alle spiegazioni necessarie da parte di Ciarcia, che tuttavia, come hanno sottolineato i due dirigenti democrat, ha dato la propria disponibilità a relazionare lo stato contabile del partito alla Direzione Provinciale nei giorni che precederanno la prossima convocazione.

Intanto il partito si prepara al tesseramento 2018, come aveva già annunciato la segretaria regionale Assunta Tartaglione in una missiva inviata a tutti i segretari di circolo campani.

“Mi auguro un tesseramento trasparente, ampio e aperto – ha sottolineato il numero uno di Via Tagliamento – Il Pd non è una palestra dove mostrare muscoli. Chiunque voglia iscriversi è ben accetto, certamente come ci ha chiesto la Direzione Regionale sarà monitorato e con iscritti certificati, questo per avere un partito inclusivo e trasparente”.