“Il nostro ruolo sottovalutato, democrazia calpestata”. La minoranza abbandona l’aula, piano per il commercio approvato dalla maggioranza

“Il nostro ruolo sottovalutato, democrazia calpestata”. La minoranza abbandona l’aula, piano per il commercio approvato dalla maggioranza

20 Maggio 2020

Alfredo Picariello – “Il nostro ruolo sottovalutato”. Strappo della minoranza che abbandona l’aula virtuale: Festa&Co approvano il piano per il rilancio del commercio in solitaria, o quasi. E’ successo nel secondo consiglio comunale di Avellino tenutosi online. I capigruppo di opposizione, tranne Spiezia, avevano intenzione di presentare, nel civico consesso, un documento di 27 pagine contente delle proposte per “ampliare un discorso, quello relativo alle misure anti-crisi relative alla Fase 2, che non può essere limitato solo alle attività che si occupano di “somministrazione”, ovvero bar e ristoranti”.

L’obiettivo della minoranza è tenere in considerazione anche discorsi relativi all’edilizia, al mondo della scuola, alla mobilità green e alla cultura. La maggioranza, però, non ha ritenuto opportuno discutere del documento. Come detto più volte dal sindaco, infatti, il consiglio comunale di oggi doveva essere incentrato sul commercio, visto che nel fine settimana sarà presentato un pacchetto di ulteriori interventi.

La decisione della maggioranza ha sancito l’abbandono dell’aula virtuale di tutta la minoranza, fatta eccezione di Carmine Montanile e Monica Spiezia. L’abbandono è stato annunciato dal consigliere Ferdinando Picariello: “Anche noi siamo per il rilancio del commercio, ma voi state rifiutando di accogliere le nostre proposte migliorative. Qui si scambia la democrazia come prova di forza dell’attuale maggioranza. Non ci sono le condizioni minime necessarie, il dibattito è importante, ma ci viene negato”.

Ovviamente la decisione dell’opposizione è stata fortemente criticata dai consiglieri di maggioranza rimasti in “aula” che la bollano come “strumentale”. “Chi si assenta o va via ha sempre torto, abbandonare l’aula non è una cosa rispettosa”.

Il piano commercio prevede la possibililità per bar e ristoranti di utilizzare fino al 30 per cento di ulteriore spazio pubblico a titolo gratutito, la pedonalizzazione del centro storico il venerdì, sabato e domenica e l’allungamento dell’orario di apertura dei negozi fino alle 22.

Ad illustrarlo è stato il vicesindaco, nonché assessore alle Attività Produttive, Laura Nargi. “Vogliamo che il commercio ad Avellino riparta, ma vogliamo che riparta in sicurezza. Prevediamo pedonalizzazioni anche in altre zone della città e altri tipi di interventi”.