Il Messina alla Camera di Conciliazione, in ballo anche i lupi

22 luglio 2008

I paradossi del calcio. Il Messina che da questa sera è fuori dal calcio professionistico ha presentato ricorso alla Camera di Conciliazione del Coni. Secondo quanto si legge in una nota emanata proprio dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano, i peloritani hanno tirato in causa anche l’Avellino.
Questo il testo:
La Camera di Conciliazione e Arbitrato per lo Sport comunica che ai sensi del “Regolamento di arbitrato per la risoluzione delle controversie relative all’iscrizione ai campionati nazionali di calcio professionistico” (“Regolamento ad hoc”) hanno presentato istanza entro i termini, nei confronti della FIGC, le seguenti società: Sassari Torres 1903 Srl ,U.S. Massese 1919 Srl, F.C. Messina Peloro Srl (anche nei confronti della Lega Nazionale Professionisti, della Lega Professionisti Serie C e della U.S. Avellino SpA) , F.C. Nuorese Calcio Srl . Con riferimento all’istanza presentata dalla F.C. Messina Peloro Srl, il Presidente Vicario della Camera di Conciliazione e Arbitrato per lo Sport, esaminati gli atti e visto l’art. 2.2 del Regolamento ad hoc, ha dichiarato inapplicabile il Regolamento ad hoc all’istanza di arbitrato. Inoltre, considerato che la società ricorrente “(…) Nel caso in cui la Camera di Conciliazione ritenga che la presente questione non rientri nella normativa del Regolamento ad hoc (…), chiede[va] la automatica trasposizione del presente ricorso come ricorso proposto ai sensi del Regolamento Ordinario, quale istanza di conciliazione (…)” dichiarava considerare l’istanza presentata quale istanza di conciliazione. Relativamente alla controversia Sig. Enrico Preziosi/FIGC, si comunica inoltre che il Conciliatore, Avv. Carlo Guglielmo Izzo, ha convocato le parti per il giorno 30 luglio presso la sede della Camera.