Il grandissimo ex David Vanterpool vice-allenatore al Cska Mosca

23 luglio 2008

Se l’allenatore non lo fa lui davvero non lo può fare nessuno: David Vanterpool, campionissimo in forza alla Scandone di Markovski 4 anni fa e campione d’Europa con il Cska Mosca nel 2006 (coppa vinta soprattutto grazie alla sua impressionante semifinale) è il nuovo vice-allenatore dello squadrone russo. Vanterpool ha instaurato con coach Ettore Messina un rapporto davvero speciale e ora dopo aver guidato i suoi in campo continuerà a dare indicazioni dalla panchina, mettendo a servizio dei campioni d’Europa in carica tutta la sua leadership, il suo carisma e la sua sconfinata intelligenza. David è stato con tutta probabilità il giocatore più intelligente e mentalmente preparato che sia apparso in Europa negli ultimi anni, caratteristica che gli è valsa la nomina sulla panchina più prestigiosa d’Europa e che con tutta probabilità gli aprirà le porte di qualche college americano per il futuro. A testimonianza della grandezza e della signorilità sportiva e umana del giocatore, c’è un aneddoto, legato proprio a Zare Markovski: quando il macedone era a Milano e stava allestando la squadra per l’Eurolega, chiamo David per raggiungere l’Olimpia, offrendogli un contratto consono alla grandezza del giocatore. Dall’altro lato del telefono, Vanterpool rispose: “No Grazie”, spiegando a Zare come ormai non si sentisse più fisicamente in condizione. “Non me la sento di venire – avrebbe detto – non mi va di rubarmi l’ingaggio”. Un comportamento come se ne vedono pochi in giro, che sfata il mito degli americani in Europa solo per soldi e che dovrebbe essere di insegnamento a tutti quegli italiani che, benchè infinitamente più scarsi del buon David, provano a ‘ricattare’ le società di serieA, giocando sul fatto che devono essere tesserati per forza, richiedendo cifre astronomiche.