Il Gip non convalida l’arresto: il pirata della strada torna in libertà

Il Gip non convalida l’arresto: il pirata della strada torna in libertà

14 luglio 2018

Torna in libertà il 56enne accusato di aver travolto ed ucciso con la propria auto un 75enne originario di S. Paolina. Il gip del tribunale di Avellino ha infatti rigettato la richiesta di applicazione degli arresti domiciliari avanzata dal pm e non ha convalidato la misura cautelare.

Per il magistrato “nulla lascia intendere che, rimesso in libertà, possa reiterare analoghe condotte o rendersi responsabile di gravi reati dello stesso tipo”. La fuga è stata valutata come “conseguenza evidente di uno stato di smarrimento e paura che ha pervaso l’indagato dopo la constatazione della gravità dell’accaduto”

Sull’uomo ci sono gravi indizi di colpevolezza: il 56enne, secondo la ricostruzione degli inquirenti, avrebbe travolto l’uomo con un Suv, allontanandosi senza prestare soccorso.

I risultati dell’autopsia hanno rilevato che fratture ed emorragie interne riscontrate sono riconducibili a danni causati da un investimento. La salma del 75enne è stata restituita ai familiari per i funerali.