“Il finimondo sul London Bridge”: Coppola a Londra nel giorno dell’attentato

“Il finimondo sul London Bridge”: Coppola a Londra nel giorno dell’attentato

1 dicembre 2019

Raffaele Coppola, ex Commissario straordinario ed ex assessore all’Agricoltura della Provincia di Avellino, venerdì mattina si è trovato a pochi passi dall’attentatore di Londra che ha fatto scattare di nuovo l’allarme terrorismo nel Regno Unito. Coppola, che è direttore del Dipartimento Agricoltura, ambiente e alimenti dell’Università del Molise, ha raccontato la sua esperienza al “Mattino”. Aveva appena terminato la sessione mattutina dei lavori di ricerca internazionale al Guy’s Campus presso la divisione “Biomedicine” del King’s College.

“In poco tempo è successo il finimondo sul London Bridge”, ha dichiarato al giornalista Gianluca Galasso. Era con due colleghi, Franca Fraternali, professoressa di origini avellinesi, e Patrizio Tremonte. “Nella confusione, li ho persi di vista. Io sono rimasto nei pressi del mercato, loro hanno trovato riparo da un’altra parte. Qualcuno parlava di un uomo armato, altri di bombe. Ha assistito all’azione della polizia che blocca l’attentatore. Gli spari. “A questo punto – dice – la paura è salita in maniera esponenziale”. Coppola è rimasto bloccato per oltre quattro ore. Poi è ruscito a mettersi in contatto con i due colleghi. “Ore concitate da dimenticare in fretta”, sottolinea.