Il documento dei Ds: “Un grave atto politico”

25 giugno 2005

Lioni – “I Ds di Lioni esprimono profondo disappunto per il grave atto politico consumato nella riunione del Consiglio comunale del giorno 25/06/05, dai consiglieri Di Paolo (indipendente) Quagliariello (Sdi) e Perna (Margherita) determinando, di fatto, la fine dell’attuale maggioranza consiliare e l’apertura di una lunga fase di commissariamento del nostro Comune. Riteniamo, infatti, che il voto sfavorevole al bilancio espresso dai citati consiglieri, accanto ai cinque esponenti della minoranza in Consiglio, pone fine ad un’esperienza politico-amministrativa faticosamente costruita dal 1998 in poi e sancisce la chiusura di una stagione politica a Lioni. Continuiamo ad ignorare le ragioni politiche di una tale volontà che vanifica ogni tentativo di mediazione messo in campo dai Ds e ogni ricerca di un possibile terreno che possa riconoscere diritto di cittadinanza alle istanze di tutti i soggetti politici nella coalizione di centrosinista. Esprimiamo, inoltre, la ferma condanna per la ricaduta che tale atto produrrà nell’immediato futuro per i cittadini e per la comunità intera, destinati ad un periodo medio-lungo di gestione amministrativa ordinaria, in un momento in cui, anche la nostra realtà territoriale, vive grandi emergenze sociali ed economiche e verso cui sarebbe stato necessario produrre uno straordinario sforzo di programmazione e di gestione, capace di mettere in campo strumenti, risposte e soluzioni politiche di lungo respiro”.