Il “Cimarosa” omaggia l’autunno, Santaniello: “La cultura non è a pagamento”

Il “Cimarosa” omaggia l’autunno, Santaniello: “La cultura non è a pagamento”

25 settembre 2017

Renato Spiniello – Dieci concerti gratuiti per tre mesi di grande musica che da settembre a novembre accompagneranno il pubblico avellinese nel mondo delle sette note da Brahms a Vivaldi, da Puccini a Donizetti, da Paganini a Tchaikovsky, passando per Mascagni, Dvořák e Piazzolla.

Parte la nuova stagione del “Domenico Cimarosa” di Avellino, il primo Conservatorio di Musica della Campania e tra i più importanti Istituti d’Italia per numero di iscritti e corsi attivati, presieduto da Luca Cipriano e diretto da Carmine Santaniello, con un primo cartellone di eventi declinati nella rassegna “D’Autunno – Concerti d’autore al Cimarosa” che vedranno protagonisti i docenti e gli allievi dell’Istituto di Alta formazione musicale sul palcoscenico dell’Auditorium “Vitale”.

Nella rinnovata location dell’Auditorium di piazza Castello, capace di ospitare fino a 400 spettatori, si partirà venerdì 29 settembre con il concerto per violino, chitarra e violoncello dedicato a Niccolò Paganini per arrivare al tributo al grande cinema internazionale di venerdì 10 novembre tra musica classica e folk con gli allievi del “Cimarosa”.

La kermesse è stata presentata questa mattina al pubblico, dopo il saluti del presidente Luca Cipriano, è toccato al direttore Santaniello commentare la rassegna: “Messe in campo tutte le forze disponibili, speriamo in una rassegna bella e di qualità, ma questo sarà il pubblico a dircelo. Gli appuntamenti si concluderanno la prima settimana di novembre, periodo che tra l’altro coincide con la fine del mio incarico. Abbiamo cercato di mettere in evidenza tutte le nostre eccellenze nel campo della musica e speriamo di aver fatto cosa gradita alla città”.

I concerti saranno tutti ad ingresso gratuito e fino ad esaurimento posti a sedere. “La musica è cultura e la cultura non può essere a pagamento – chiosa Santaniello – deve essere a disposizione di tutti in quanto elemento trainante dello spirito cittadino”.