Il centrodestra rilancia: “Siamo la vera discontinuità”

Il centrodestra rilancia: “Siamo la vera discontinuità”

28 maggio 2018

Marco Grasso – “Siamo una coalizione forte e unita. Da sempre impegnata sullo stesso fronte”. Lorenzo Cesa, Cosimo Sibilia e Giuseppe Gargani al fianco di Sabino Morano, candidato sindaco del centrodestra. Al De La Ville si presenta la lista Udc-Democrazia Cristiana e Gargani si dice sicuro della vittoria. “In questi anni abbiamo dimostrato coerenza e unicità di intenti. Credo che sulla nostra capacità di governo e di coesione ci siano pochi dubbi. Il centrodestra è pronto a governare anche in città: ci sono tutte le premesse perché si cambia pagina e si apra una nuova stagione”, precisa Gargani.

“Non abbiamo bisogno di mascherarci da fronti o altre improbabili aggregazioni perché noi siamo una coalizione politica che ha costruito la sua dimensione su un percorso che viene da lontano, coerente, di persone che rappresentano da sempre il centrodestra in città e che sono davvero alternativi ai governi che si sono susseguiti. A differenza di altri non abbiamo militato mai nel centrosinistra e non abbiamo mai fatto parte di precedenti amministrazioni, né con Galasso né con Foti. Siamo la vera discontinuità”.

Sul risultato elettorale del 10 giugno è convinto che si vada ad un ballottaggio tra centrodestra e centrosinistra. “Tutti i sondaggi vanno in questa direzione. Il piccolo margine di vantaggio che mantiene il centrosinistra sarebbe dovuto al numero delle liste più che al candidato sindaco”, precisa Morano che preferisce glissare sull’inchiesta giudiziaria che ha travolto la famiglia De Mita per il caso Aias. “Non entro nel merito dei provvedimenti della magistratura. C’è da dire che noi siamo sulla stampa nazionale perché, grazie a noi, si parla di Avellino come laboratorio culturale. Altri ci sono per motivi diversi…”.