IIA, lavoratori in pressing su Di Maio. De Palma (Fiom): “Risposte immediate”

IIA, lavoratori in pressing su Di Maio. De Palma (Fiom): “Risposte immediate”

19 novembre 2018

IIA, è corso contro il tempo per scongurare l’ipotesi fallimento. “Questa mattina si è tenuta a Bologna un’assemblea dei lavoratori ex BredaMenarinibus con il segretario confederale Maurizio Landini. Mentre, nel pomeriggio, i lavoratori ex Iribus di Flumeri si mobiliteranno perchè, ad oggi, non sono ancora stati pagati gli stipendi e perchè c’è un black out di informazioni sul futuro proprietario di Industria Italiana Autobus”.

Il segretario nazionale della Fiom Cgil Michele De Palma proverà nel pomeriggio, insieme ad una delegazione di lavoratori, ad incontrare il Ministro Luigi Di Maio in uno degli appuntamenti campani.

In prima linea anche i segretari irpini di Fiom, Fim e Uilm, Giuseppe Morsa, Luigi Galano e Nino Altieri che, dopo aver trasferito e rappresentato le preoccupazioni dei lavoratori sulla delicata vertenza, saranno oggi pomeriggio a Caivano per provare ad incontrare il ministro Di Maio.

Mercoledì 21 novembre è in programma l’assemblea dei soci di Industria Italiana Autobus e, prima di quella data, bisognerà mettere nero su bianco sulla nuova società a maggioranza pubblica chiamata ad aprire la nuova fase di sviluppo del polo nazionale degli autobus sull’asse degli stabilimenti ex Bredamenarini di Bologna ed ex Irisbus di Flumeri.

“Chiediamo al Governo un intervento urgente perchè, senza l’ingresso di Ferrovie dello Stato, è a rischio l’occupazione di tutti i lavoratori di Bologna e di Flumeri. Dopodomani, mercoledì 21 novembre, l’assemblea dei soci di IIA potrebbe decidere per il fallimento dell’azienda. Non c’è più tempo da perdere – conclude – confidiamo nell’apertura di una comunicazione con il Ministro”.