Iannaccone contro Caldoro: deprimente comportamento del Governatore

10 dicembre 2011

“Ancora una volta, con la nomina dei presidenti dei parchi (alla Partenio Giuseppe Zampino al posto di Aquino, ai Picentini Gregorio Romano al posto di Anna Savarese), la Giunta Regionale ha dimostrato in maniera inequivocabile di avere una visione totalmente napolicentrica della sua azione di governo e di non avere alcun rispetto di chi in Consiglio Regionale rappresenta le aeree interne della Campania.” Così Arturo Iannaccone, capogruppo di NpS-Noi Sud a Montecitorio. “E’ davvero singolare – prosegue Iannaccone – che una provincia come l’Irpinia, sul cui territorio ricadono i parchi più estesi, non abbia potuto esprimere una sola presidenza. Evidentemente la Giunta e il suo Presidente Caldoro, hanno ritenuto di privilegiare il criterio della mera occupazione delle poltrone, tralasciando l’esigenza di porre alla guida di enti importantissimi personalità competenti e provenienti dal territorio.” “Alla luce di quanto accaduto, e trattandosi di un comportamento ormai più che reiterato, non rimane altro che aprire un contenzioso tra i consiglieri regionali irpini, i livelli istituzionali locali e la Presidenza della Giunta Regionale, con l’obiettivo – chiude Iannaccone – di porre fine alla continua mortificazione dell’Irpinia e delle aree interne.”