“I riti della Settimana Santa” entrano nel vivo ad Atripalda. E’ tempo del tradizionale “Sepolcro”

“I riti della Settimana Santa” entrano nel vivo ad Atripalda. E’ tempo del tradizionale “Sepolcro”

18 aprile 2019

“I riti della Settimana Santa” entrano nel vivo ad Atripalda. E’ tempo del tradizionale “Sepolcro”. Con il Triduo Pasquale continuano le celebrazioni organizzate in sinergia con l’Associazione Pro Loco Atripaldese, la parrocchia di Maria Ss. del Carmelo, la parrocchia di Sant’Ippolisto e la Confraternita di Santa Monica. Come da tradizione il Giovedì Santo si aprirà alle 18:30 con le celebrazioni in “Coena Domini” nelle chiese parrocchiali sopra citate. Dalle ore 20.00 nella chiesa di San Nicola da Tolentino avrà luogo la rivisitazione del tradizionale “Sepolcro” e l’esposizione delle immagini della Vergine Addolorata e del Gesù morto, oltre alla veste storica dell’Incappucciato di Capo La Torre. Presso le due parrocchie dalle ore 20:00 fino a tarda sera saranno aperti gli Altari della Reposizione presso i quali dalle ore 21:00 si svolgerà l’adorazione e la preghiera.

Ad introdurre il Venerdì Santo alle 17:30 ci sarà la liturgia della Passione del Signore in entrambe le parrocchie. Alle ore 19:00 partirà il cammino processionale con l’Addolorata e il Gesù morto con la rivisitazione delle scene più suggestive della Via Crucis, riproponendo la devozione dell’Incappucciato interpretato da Enrico Giovino ed in memoria e per volere di Pellegrino Giovino, la cui famiglia tramanda tale tradizione da un secolo e mezzo.
La processione con tutti i figuranti toccherà tutti i luoghi di culto della città di Atripalda. Inizierà in piazza Vittorio Veneto e farà tappa lungo via Roma dove ci sarà l’incontro con la Madonna e S. Giovanni , in piazza Leopoldo Cassese dove ci sarà l’incontro con Pietro, in piazza Tempio Maggiore (sagrato di S. Ippolisto) con l’altra novità di quest’anno, dove l’incappucciato lascerà il posto al vero Gesù interpretato da Rino Giovino per la scena della flagellazione; la processione proseguirà nella chiesa di Santa Maria delle Grazie dove ci sarà l’incontro con le Pie Donne. La manifestazione si concluderà presso Rampa San Pasquale con l’interpretazione storica delle tre cadute e della commovente scena della Crocifissione, al termine della quale le statue verranno riportate nella chiesa di San Nicola.

Ad accompagnare i momenti più emozionanti della Via Crucis ci saranno la voce lirica del soprano Eleonora Arpaise e la musica della pianista atripaldese Stefania Cucciniello.
In attesa della Pasqua, il Sabato Santo è prevista la Veglia Pasquale e i Riti Battesimali alle 22:30 nella chiesa di Maria Ss. del Carmelo e alle 23:00 nella chiesa di Sant’Ippolisto , dove ci sarà la scena della Resurrezione.
Dopo tanto lavoro preparatorio e per mantenere salde le nostre Tradizioni, cogliamo l’occasione per augurare a tutti una felice e serena Pasqua.