I grandi vini dell’Irpinia protagonisti al ProWein 2016

I grandi vini dell’Irpinia protagonisti al ProWein 2016

9 marzo 2016

Fa il suo esordio sul palcoscenico del Prowein l’Irpinia e lo fa con il giusto spirito, mettendo in campo una selezione di quanto di meglio offre la produzione vitivinicola di uno dei terroir più amati dai winelover di tutto il mondo.

Tre degustazioni che vedranno protagoniste le tre grandi DOCG irpine: Greco di Tufo, Fiano di Avellino e Taurasi, ognuna rappresentata da sei etichette. Un dream team che sbarca a Dusseldorf sotto la guida della Camera di Commercio di Avellino, sempre molto attenta nella promozione e nella divulgazione dei gioielli del paniere enogastronomico irpino sia in Italia che all’estero.

Ad ospitare i wine tasting lo stand della DE.S.A. – Deutschland Sommelier Association – all’interno del Padiglione Italia, sicuramente uno degli spazi più frequentati dai visitatori del Prowein. A condurre gli incontri Alessandro Scorsone, il sommelier più noto in Italia, personaggio televisivo, curatore di guide e grande appassionato di vini irpini.

“Sono ben pochi i territori al mondo – spiega Scorsone – che possono vantare in pochi chilometri quadrati ben tre vini di questo valore. Greco, Fiano e Taurasi rientrano di diritto nel gotha della produzione enoica mondiale, con delle etichette in grado di stupire anche gli esperti più smaliziati”.

Alla vigilia della 50esima edizione di Vinitaly, che come sempre vedrà l’Irpinia in prima linea, la Camera di Commercio di Avellino ha deciso di confermare l’appeal dei vini del territorio in una situazione altamente competitiva come quella di Dusseldorf, a detta di molti la fiera vitivinicola a più alto tasso di professionalità al mondo. L’iniziativa infatti rappresenta anche l’occasione per l’Ente camerale di prendere contatto con una manifestazione importante come il Prowein e ribadire l’interesse nei confronti di un mercato, quello tedesco, in costante crescita. Nell’export dei vini irpini la Germania tocca il 15%, una quota importante e in continua ascesa, con un valore di circa 2,4 milioni di euro l’anno. I motivi di questo successo? Il fatto che il consumatore tedesco, più di molti altri, ama la qualità estrema e l’enologia irpina, in tal senso, costituisce una vera e propria garanzia.

Saranno quindi tre gli appuntamento in programma presso lo stand DE.S.A., padiglione 15, settore A 21.
Domenica 13 marzo, dalle 12.30 alle 14.30: il Greco di Tufo
Lunedì 14 marzo, dalle 12.30 alle 14.30: il Fiano di Avellino
Martedì 15 marzo, dalle ore 12.30 alle 14.30: il Taurasi

“Tre degustazioni da non perdere – conclude Sofia Biancolin, Presidente della DE.S.A. – per approfondire la conoscenza con tre vini che raccontano un Sud Italia sorprendente, diverso, tutto da scoprire”.