I Cristiano Sociali uniti al centrosinistra: “L’Irpinia nel cuore”

16 aprile 2009

Avellino – Presentate questa mattina presso il centro sociale ‘Samantha Della Porta’ di Avellino le linee guida del programma e il simbolo della lista dei Cristiano Sociali per l’Irpinia, il movimento guidato da Nino Musto che ha deciso di aderire al centro sinistra e di affrontare le sfide elettorali negli oltre 50 comuni della provincia, presentando proprie liste e propri candidati.
Al tavolo con il presidente dell’associazione, l’avvocato Giancarlo Di Gregorio, il consigliere comunale di Torrioni e candidato al Consiglio provinciale, Carmine Iommazzo, il segretario provinciale del Pd, Franco Vittoria ed il sindaco della Città di Avellino, Giuseppe Galasso. In platea oltre a Nino Musto, presenti Gennaro Romei ed amici e simpatizzanti della lista.

“I Cristiano Sociali nascono con lo scopo principale di salvaguardare l’Irpinia e tutto il suo patrimonio socio culturale – ha riferito in apertura Iommazzo che ha moderato il dibattito – Non a caso, come si legge dalle locandine, noi portiamo l’Irpinia nel cuore. Il contributo costante di idee dei Cristiano Sociali si unisce agli sforzi che il centro sinistra irpino sta già facendo per arginare il malgoverno nazionale che ha inteso fare della provincia il capro espiatorio delle responsabilità napoletane”.

“L’Irpinia vive un momento di particolare disagio rispetto alle altre realtà provinciali della Regione – ha riferito il presidente dell’associazione Giancarlo Di Gregorio – ed il Governo non si è mai curato di questo particolare. Gli stabilimenti dell’Fma di Pratola Serra, ad esempio, dovrebbero rappresentare un vanto per la produzione industriale nel Mezzogiorno del Paese ma di fronte a questo dato, non sono stati presi ancora provvedimenti seri e concreti da parte del Governo centrale. Di pari passo con la crisi che attanaglia l’industria irpina, ci sarà da fare i conti con quella che è la disoccupazione intellettuale: i nostri giovani laureati sono costretti a vivere con stipendi miseri, troppo spesso sottopagati ed iper-sfruttati. Ecco che scappare dall’Irpinia in cerca di fortuna diventa una necessità per sopravvivere. Facciamo in modo che la nostra terra sia ancora appetibile e dia prospettive reali ai giovani”. Il perché i Cristiano Sociali abbiano scelto di cooperare nel progetto del centro sinistra è presto detto: “Il centro sinistra in Irpinia ha avuto sicuramente passaggi criticabili – continua Di Gregorio – ma è stato coerente con i suoi programmi e non ha mai ceduto ai ricatti. Alberta De Simone e Pino Galasso sono dei validi esempi di questo operato. Per questo motivo i Cristiano Sociali scelgono di stare col centro sinistra, pienamente consci che in un contesto generale si può e si deve essere utili al compimento del programma e non strettamente necessari”.

Diverse e significative le tematiche inserite nel programma dei Cristiano Sociali. L’emergenza rifiuti, lo spopolamento delle aree interne, la fuga dei cervelli, la crisi industriale, gli effetti del Decreto Gelmini, l’appropriazione delle acque, attenzioni alle classi sociali più deboli, la perdita d’identità culturale dell’Irpinia, le energie rinnovabili, la carenza delle infrastrutture, il sostegno alle eccellenza agro-alimentari della provincia sono tra i punti focali del confronto che i Cristiano Sociali intendono portare avanti con le Istituzioni locali “… al fine di consentire lo sviluppo di un territorio che ha già pagato troppo per gli errori commessi in passato”.

Gli attestati di stima e ringraziamento per i Cristiano Sociali non sono mancati. Franco Vittoria ha precisato che “… si tratta di un patto politico non di un cartello elettorale. Con gli amici dei Cristiano Sociali di Nino Musto puntiamo a recuperare quelli che sono gli invisibili ed i nuovi poveri della provincia, cercando di creare nuovamente la sintesi tra territorio e cittadino. Si può partire anche da questo per contrastare un Governo che rimane tuttora immobile di fronte ai problemi dell’Irpinia”.
Sulla stessa linea di pensiero Giuseppe Galasso, sindaco uscente e candidato al Comune per il centro sinistra: “Ci apprestiamo con i Cristiano Sociali ad iniziare una campagna elettorale che sarà durissima. Condividiamo gli stessi interessi per la Città che è stata in passato di centro sinistra e lo sarà anche in futuro. L’accordo con i Cristiano Sociali si fa su basi programmatiche, uniti nell’unico interesse comune di dare un futuro di vivibilità e serenità ad Avellino”. (di Antonio Pirolo)