Ha il vizio di scappare dalla casa famiglia, bloccato di nuovo

17 marzo 2011

Nella nottata i carabinieri della Stazione di San Martino Valle Caudina hanno tratto in arresto un minorenne di origine napoletana, collocato presso la locale struttura rieducativa tipo casa famiglia, responsabile dei reati di furto e allontanamento arbitrario dalla comunità. Il minorenne, classe 1993, che è stato collocato in quella Comunità con un provvedimento del Tribunale per i Minorenni di Napoli per reati connessi con lo spaccio di stupefacenti, ha pensato bene di approfittare della notte e quindi del sonno di educatori e compagni, per rubare le chiavi della macchina privata dell’educatore, una Ford Focus, ed allontanarsi in modo del tutto arbitrario dalla comunità educativa. Il giovane, prese le chiavi della macchina da una vetrinetta, salito in auto e abbandonata la struttura con l’intenzione di tornare a Napoli, non ha però fatto i conti con il posto di controllo che i carabinieri della Stazione di San Martino Valle Caudina stavano effettuando lungo quelle strade. Visti i carabinieri, il giovanissimo pregiudicato ha pensato bene di non fermarsi all’alt, forzando il posto di controllo. Saliti sulla gazzella, i carabinieri l’hanno però raggiunto in poche centinaia di metri. Fermato e generalizzato, i carabinieri hanno subito riconosciuto il minore, che già nei mesi scorsi si era reso responsabile di altre evasioni. Visti i precedenti del giovane e la gravità del reato in questione, i carabinieri lo hanno subito tratto in arresto e, sentito il magistrato di turno presso il Tribunale per i Minorenni di Napoli, lo hanno risottoposto al regime cautelare riaccompagnandolo in comunità.