Guida senza patente, da oggi non è più reato

Guida senza patente, da oggi non è più reato

6 febbraio 2016

Guidare una moto, un’auto o una macchina agricola senza avere la patente da oggi non sarà più un reato. La nuova normativa approvata dal Cdm lo scorso 15 gennaio ed entrata in vigore oggi 6 febbraio stabilisce che chi verrà fermato senza avere la patente – o perché non l’ha mai conseguita o perché gli è stata revocata con un provvedimento definitivo – incorrerà non più in un reato ma in un illecito amministrativo, punito con una sanzione da 5.000 a 15.000 euro e con il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi.

La Polizia ricorda che la medesima sanzione verrà applicata per chiunque guidi un veicolo diverso da quello che la patente lo abilita a condurre e per il quale è richiesta una categoria di patente appartenente ad un diverso gruppo.

Stessa cosa per chi guida con patente non rinnovata a seguito di un mancato superamento della visita medica di conferma di validità o di revisione per accertata mancanza dei requisiti fisici e ancora per chi ha una patente extracomunitaria scaduta di validità e continua a guidare in Italia dopo un anno dal momento in cui ha acquisito la residenza ed al titolare di una patente estera che guida in Italia nonostante abbia avuto in provvedimento di inibizione alla guida per aver commesso gravi violazioni che comportano la revoca della patente.

Il Codice della Strada impone di pagare entro 60 giorni una somma pari a 5.000 euro per il reato commesso, inoltre è consentito il pagamento scontato del 30% entro 5 giorni dalla contestazione del fatto. Nei casi di reiterazione, ovviamente, scatteranno conseguenze più gravi.

Tali effetti, saranno limitati ai fatti commessi dal 6 febbraio 2016 e non troveranno applicazioni con riferimento a precedenti condanne per il reato di guida senza patente.