VIDEO/ Gubitosa: “Foglia e D’Agostino? L’autostazione di Grotta è uno spreco di denaro pubblico”

24 febbraio 2018

“Ieri mi ha chiamato il Consigliere regionale del Movimento Cinquestelle, Tommaso Malerba. Mi ha parlato dell’Autostazione di Grottaminarda che, da progetto iniziale,  doveva costare circa 8 milioni di euro.  Con il tempo i lavori sono arrivati ad un costo complessivo di 10 milioni e, ovviamente, il progetto non è stato mai portato a termine. Approfondirò questa vicenda ma da quanto mi è stato detto il Direttore dei lavori era Pietro Foglia e l’impresa esecutrice di Angelo D’Agostino. E’ proprio a loro che dico di passarsi una mano sulla coscienza. I posti di lavoro non si creano buttando milioni di euro in cemento armato”.

Michele Gubitosa, candidato nel collegio uninominale per la Camera dei Deputati con il M5S, a margine del convegno organizzato dalla collega Maria Pallini su “Lavoro e Imprese: quale futuro per l’Irpinia”, riporta alla luce la questione legata all’Autostazione di Grottaminarda, un’opera pubblica costata milioni di euro e ferma al palo da troppo tempo.

“Una struttura abbandonata a se stessa – ha evidenziato Gubitosa – con un danno ulteriore per le attività commerciali e le aziende del posto che hanno protestato a lungo contro il Centro commerciale che ivi sarebbe dovuto sorgere.”

“Oggi ci ritroviamo con aziende che delocalizzano, fabbriche chiuse e lavoratori senza alcuna speranza – continua l’imprenditore – bisogna far capire alla vecchia politica che i cittadini e noi tutti siamo stanchi delle false promesse e delle conseguenze dettate dal loro modo di attirare la gente a sé. Oggi siamo tutti eredi di un contesto economico fragile e complesso e di un presente pieno di incertezze. Il 4 marzo diamo una svolta e lavoriamo insieme per un futuro degno di questa terra. Il M5S punta a lavori nuovi, quelli del futuro. Servono aziende leggere, più smart. Bisogna investire più sulla formazione delle risorse umane e sul potenziamento di infrastrutture utili al fabbisogno delle imprese che nasceranno sul territorio”.