Guardia medica, taglio all’indennità: protesta il sindacato medici

Guardia medica, taglio all’indennità: protesta il sindacato medici

25 luglio 2018

Taglio all’indennità della guardia medica, Asl nel mirino. Luigi De Lucia, Segretario Regionale dello S.M.I. (Sindacato Medici Italiani) della Campania, punta il dito contro l’Azienda Sanitaria Locale di Avellino “che dal mese di giugno 2018 non corrisponde più l’indennità di 3 euro all’ora per i medici di Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica).

“L’indennità è prevista nell’ accordo regionale integrativo ed è dovuta a causa del servizio di continuità assistenziale per gli interventi pediatrici per bambini e adolescenti. Né il contratto, né l’accordo regionale integrativo risultano ad oggi modificati, né vi è stata mai una discussione nel merito”. A questo punto continua De Lucia – è legittimo chiedersi quali verbali dell’Asl contengono tali decisioni. Aspetteremo dieci giorni, al massimo, per poi promuovere tutte le iniziative possibili a tutela dei nostri iscritti e dell’intera classe medica”.

“Valuteremo, innanzitutto, la promozione d’iniziative legali per far recedere l’Asl di Avellino da questa scelta sbagliata che danneggia la salute dei cittadini e i diritti dei medici”.