Grottaminarda, i consiglieri di Grotta nel Cuore replicano a Bruno

17 marzo 2011

Grottaminarda – “È una nota stonata quella di Rosaria Bruno che dal suo malfermo scranno di presidente del Consiglio Comunale di Grottaminarda indica alla pubblica riprovazione i Consiglieri della minoranza che di proposito avrebbero disertato la manifestazione per il 150esimo dell’Unità. Prima che una documentata falsità, è una sciocchezza”. Così in una nota i consiglieri del gruppo Grotta nel Cuore.
“Ai Consiglieri di Grotta nel Cuore – si legge – è stato recapitato soltanto un invito cartaceo senza che la Bruno, nella sua qualità di presidente del Consiglio Comunale, né prima né dopo, avesse avvertito l’opportunità di concordare l’Ufficio di Presidenza per informare e coinvolgere il Consiglio Comunale nella sua interezza. Ciò nonostante, i Consiglieri di Grotta nel Cuore presenti ieri 16 Marzo, giorno di lavoro, a Grottaminarda hanno partecipato alla manifestazione e hanno ringraziato insegnanti e studenti per l’impegno didattico e lo spirito civile profusi. La Bruno è ossessionata dal ritagliarsi una qualche parte nella brutta commedia che si ostina a voler recitare e attizza di proposito una polemica vergognosa in una giornata che invece andrebbe posta al riparo da ogni speculazione. Fa di più e di peggio, ascrivendo moralmente alla opposizione la responsabilità della defissione delle locandine con i ritratti degli Eroi risorgimentali curati dagli studenti di Grottaminarda. La verità si ritorce contro la sua attentatrice: la defissione è opera di personale incaricato dal Comune di Grottaminarda e non di vandali ispirati (e perché?) da chicchessia”.