Grottaminarda – Gli agricoltori presidiano il casello autostradale

14 settembre 2005

Continua la protesta degli agricoltori irpini provenienti da Ariano e dalla Valle del Miscano che già a partire dalla giornata di ieri hanno bloccato la viabilità dell’Ufita. Senza esiti positivi, infatti, è stata la richiesta, avanzata alla Regione Campania, per ottenere aiuti sulla produzione del pomodorino di montagna. Dalle prime ore di questa mattina, trecento trattori e alcune centinaia di persone provenienti dai presidi disposti a Montecalvo, e sulle statali 90 e 90 bis si sono messi in marcia in marcia per raggiungere il casello autostradale di Grottaminarda. Un percorso che ha provocato forti disagi alla circolazione stradale verso e dalla Puglia. I produttori hanno chiesto all’Assessorato regionale all’Agricoltura di integrare il prezzo del prodotto per il quale le aziende di trasformazione offrono soltanto undici centesimi al chilogrammo. Una soglia che secondo gli agricoltori non coprirebbe neanche il costo della manodopera e costringerebbe le aziende a chiudere, con gravissime ripercussioni sull’economia della zona.