Graziani, il ruggito dopo il brivido: “Che reazione il mio Avellino”

Graziani, il ruggito dopo il brivido: “Che reazione il mio Avellino”

23 settembre 2018

di Claudio De Vito – Due su due con il 100% da tre punti. No, non è una percentuale cestistica da urlo ma il ruolino di marcia dell’Avellino di Archimede Graziani che continua a macinare punti questa volta con più difficoltà rispetto a Ladispoli. L’Albalonga va al tappeto in rimonta con un uno-due su calcio da fermo al rientro in campo dagli spogliatoi: è così che Morero e compagni hanno cancellato un primo tempo sottotono.

“Una grande reazione dei ragazzi che durante l’intervallo erano rammaricati per il risultato – ha spiegato mister Graziani – volevano rimontare nel secondo tempo e l’hanno fatto. Dobbiamo lavorare ma siamo sulla buona strada”. Soddisfatto il giusto il tecnico toscano che non ci sta a lanciarsi in voli pindarici, pur alla guida di un treno in corsa nel girone G di Serie D.

“Dobbiamo essere più bravi a ricompattarci quando non abbiamo palla – ha affermato il trainer biancoverde – dobbiamo migliorare in fase di non possesso e conquista palla. Oggi però ho visto tanta voglia da parte dei ragazzi. Questa è stata la molla che ci ha consentito di raggiungere il risultato. La sconfitta che stava maturando nel primo tempo sarebbe stata immeritata perché l’Albalonga ha segnato alla prima uscita”.

Troppi harakiri in difesa. Archimede Graziani ha la sua chiave di lettura: “Sia il portiere che tutto il reparto difensivo devono migliorare le loro valutazioni in questo momento – ha evidenziato – quindi ci può stare che prendiamo qualche imbucata. Lagomarsini negli ultimi venti minuti si è comportato bene e non voglio diventi un caso”.

In crescita invece il gruppo sul piano della condizione fisica: “Stiamo meglio ma dobbiamo crescere ancora – ha detto Graziani – spero innanzitutto che finiscano questi turni infrasettimanali che non ci fanno certamente bene. Quando parliamo di condizione fisica però i complimenti li giro al preparatore atletico, ai dottori e ai massaggiatori, tutti professionisti esemplari. Ringrazio la società per avermi messo a disposizione questo staff e per essere stata al nostro fianco per la terza partita di fila”.