Grande successo di pubblico ad Altavilla Irpina con «Colosseo vendesi»

Grande successo di pubblico ad Altavilla Irpina con «Colosseo vendesi»

26 novembre 2016

Il settimo appuntamento di Irpinia Madre Contemporanea ha affrontato il tema della valorizzazione dei beni culturali in rapporto anche all’intervento del capitale privato nel recupero del patrimonio artistico pubblico. Lo spunto al dibattito, avvenuto sabato 26 novembre all’interno del palazzo Comitale di Altavilla Irpina, è stato offerto dall’intervento di Marcello Sorgi che ha presentato il suo ultimo lavoro letterario «Colosseo vendesi». Una storia incredibile ma non troppo.

L’editorialista de La Stampa ha raccontato che le sue intenzioni erano quelle di scrivere un racconto di fantasia divertente e al tempo stesso che potesse offrire una visione di insieme della politica italiana e di certo giornalismo. La provocazione della messa in vendita del secondo monumento più importante al mondo, dopo la Muraglia Cinese, rappresenta le scelte a volte difficili e impopolari che chi governa si trova a compiere per tirarsi fuori dal baratro. A chi gli ha fatto notare le somiglianze dei suoi personaggi con i politici italiani, ha ammesso qualche analogia ma anche la fusione di più aspetti che hanno dato vita ai protagonisti del racconto.

Marcello Sorgi nasce a Palermo nel 1955; a 18 anni è assunto dal quotidiano della sua città L’ora. Si trasferisce a Roma come inviato. Nel 1979 passa a Il Messaggero. Da esperto di terrorismo, diventa in cronista parlamentare. Passa a La Stampa di Torino nel 1986, divenendone vicedirettore nel 1994. In Rai dirige il GR e il Tg1. Dal 1998 al 2005 dirige La Stampa fino. Nel 2001 pubblica La Testa Ci Fa Dire (Sellerio), libro intervista con lo scrittore Andrea Camilleri. Nel 2009 scrive il libro Edda Ciano e il Comunista (Rizzoli): la storia d’amore tra Edda Ciano, figlia del Duce, e Leonida Bongiorno, capopopolo comunista, sullo sfondo dell’isola di Lipari. Nel 2010, sempre con Rizzoli, pubblica Le Amanti del Vulcano, ricostruzione storica del triangolo amoroso tra Roberto Rossellini, Ingrid Bergman e Anna Magnani.

Il Festival proseguirà fino a gennaio 2017 in diversi comuni dell’Irpinia con altri grandi ospiti: Mauro Felicori, Maurizio De Giovanni, Simon Gerald Place, Franco Roberti, Peppe Barra.