Goleto Festival, tutto pronto a S.Angelo dei L.

29 luglio 2014

Manca ormai poco all’inaugurazione del Goleto Festival che si prepara a diventare uno degli eventi di punta dell’estate campana e che nutra l’ambizione, e ne ha tutte le carte in regola, per diventare un punto di riferimento nazionale nella programmazione artistica italiana. Il festival che si terrà dal 4 al 9 agosto con inizio alle ore 21.00 infatti nasce come espressione di connubio fra la musica, che riveste un ruolo fondamentale, e varie espressioni artistiche all’interno di un gioiello di bellezza e fascino indescrivibile come appunto l’Abbazia del Goleto a Sant’Angelo dei lombardi alla cui conoscenza è finalizzato il tutto e che sarà la location delle sei serate che compongono il cartellone di questa prima edizione. Come detto connubio fra varie forme d’arte ed infatti fin dal primo anno alla musica si affiancherà la poesia con il concorso nazionale “Versi di storia” curato dallo scrittore Marco Di Donato autore dell’ormai noto libro “ I misteri del Goleto” che ha visto la presenza di decine di poeti da tutta Italia e che è stato vinto da una poetessa sarda che ritirerà il premio insieme ad altri vincitori nella serata finale del 9 agosto. Inoltre durante la sei giorni ci sarà la mostra della fotografa avellinese Donatella Donatelli intitolata “Be that Woman” dedicata alla figura della donna e tutti i musicisti saranno omaggiati da un’opera realizzata dalla scultrice irpina Rossella Ripa, inoltre durante alcune serate ci saranno visite guidate dell’abbazia ed infine ogni concerto si chiuderà con un buffet dove si potranno apprezzare specialità e prodotti irpini. Sempre durante la sei giorni ci saranno stand di varia natura Ma il vero protagonista del festival è sicuramente il suo fondatore e direttore artistico il celebre pianista Gianluca Di Donato che suonerà tutte le sere da solo ed in formazioni da camera che spazieranno dal duo con violoncello a quello con violino dal trio al quartetto fino a chiudere con il quintetto per pianoforte e fiati di Mozart , a cui è dedicato il festival, uno dei massimi capolavori della letteratura cameristica. Un’ autentico tour de force che dimostra ancora una volta grande professionalità e tutta la passione del pianista irpino per la musica e per le bellezze della sua terra. Grandi nomi e fantastici musicisti si affiancheranno a lui ogni sera, si va dalla splendida violoncellista russa Elena Skvortsova con la quale inaugurerà lunedì 4 alla clarinettista leccese Ilenia Torsello dalla giovane e talentuosa violinista ucraina Yaryna Tyno al violoncellista Pierluigi Marotta passando per Alina Taslavan, Francesco Solombrino ( viola del Quartetto Savinio) Vincenzo Parente fino ad arrivare a musicisti irpini come Rino Teta Michele Brogna e Luca di Manso. “E’ la realizzazione di un sogno che perseguo dal 2007 quando ebbi modo di suonare per la priam volta con una certa regolarità in questo che considero uno dei siti più belli d’Italia, ho avuto il supporto morale e materiale di tanti amici e conoscenti ma di tantissime persone che mi hanno seguito nei concerti che negli anni mi hanno incoraggiato a creare questo evento, ma non posos dimenticare che l’esortazione più forte e autentica è partita proprio dai piccoli fratelli del Goleto Padre Paolo Maria e padre Roberto a cui va tutto il mio ringraziamento per la fiducia e la stima che mi hanno accordato negli anni. Sono orgoglioso di presentare in questa prima edizione musiche di livello altissimo con la collaborazione di artisti che mi hanno raggiunto non solo da varie regioni italiana ma anche da Svizzera a dalla Russia e questi sono esempi che non si dimenticano. Spero che il tempo sia clemente così che la bellezza della musica e la perfetta organizzazione del Rotary di Sant’angelo permettano a tutti di vivere momenti che sicuramente saranno indimenticabili in un contesto come quello del Goleto” Una macchina organizzativa enorme che è stata possibile soprattutto grazie all’intervento del Rotary club di Sant’angelo dei Lombardi “Hirpinia Goleto”, guidato dal dott. Angelo Rossi e coordinato dall’architetto Gerardo Nappa e dall’avvocato Giuseppina Di Crescenzo, che si è fatto carico di curare tutti gli aspetti logistici ed organizzativi che affiancati a quelli artistici saranno determinanti al successo di quello che si profila come un festival imperdibile per la bellezza del programma il fascino della location e la cura di ogni dettaglio tant’è che ci sono già adesioni da fuori provincia come Benevento, Castellamare di Stabia, Cava dei Tirreni oltre che prenotazioni da numerosi paesi irpini. Sul sito www.goletofestival.onweb.it sarà possibile visualizzare tutti i dettagli.