“Giullarte” è già un successo. Per la chiusura sfilata di tutti gli artisti

“Giullarte” è già un successo. Per la chiusura sfilata di tutti gli artisti

22 settembre 2018

Si chiude domani, domenica 23 settembre, la XIXesima edizione di Giullarte, festival internazionale di artisti di strada e antichi mestieri. Ispirato a Notre Dame de Paris ed in particolare alla Festa dei Folli, l’evento ha visto nei primi due giorni una esplosione di colori e di emozioni nei tanti punti spettacolo situati in piazza Municipio, piazza Di Donato, piazza Tempio Maggiore, Basilica Paleocristiana, piazza Garibaldi, piazzetta degli Artisti e piazza Lanterna.

Domani, domenica 23 settembre, alle ore 24 si terrà la sfilata conclusiva con la partecipazione di tutti gli artisti e la tradizionale chiusura del portone del Municipio che simbolicamente segna la fine dell’edizione 2018.

Ad esibirsi i danzatori e ballerini della Compagnia Liguori, Il Gobbo di Cicignano, Lux Arcana con gli spettacoli di fuoco e led, la street percussion band Moruga Drum, la fanfara Riso Patate e Moules, LineAdAria con le danze verticali, il funambolo Filippo Franco, Dora con i suoi spettacoli di giocoleria e fuoco, Okotek (videomapping), Maurizio Iannino (spettacolo di luci computerizzate), gli acrobati parkour Ragazzi Dedalo, il madonnaro Marianna Battipaglia, trampolieri e sputa fuoco della Compagnia dei Saltimbanchi, il Mago Vago, la cartomante Ashima, il mago Luca Lombardo, Mauro ed Elisa Vizioli, mimi e attori con le loro maschere in cuoio e cartapesta, l’unico fauno d’Italia Fabio Gatto della Piccola Carovana, la ritrattista e caricaturista Marika Franco, le figure itineranti dei Monaci templari e le arti circensi di Fabio Squilibrio.

L’arte del corpo è stata protagonista nei primi due giorni, e lo sarà ancora nel gran finale, grazie alla scuola di danza “La Danse” di Elena Capozzi che, con i suoi trenta ballerini, ha arricchito le piazze di interventi coreografici a tema.

Durante la serata ci saranno giocolieri, trampolieri, statue umane, acrobati, fanfare, madonnari, ritrattisti e caricaturisti, a cui si aggiungono la mostra di arte contemporanea “La follia incontra l’arte della pace”, a cura dell’Associazione Arteuropa all’interno della Chiesa di Santa Maria delle Grazie e, nel chiostro del Comune, la mostra fotografica su “La Via Crucis” di Atripalda a cura della Pro loco.

Ed ancora, botteghe di antichi mestieri e visite guidate allo Specus Martyrum e alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie a cura della Pro loco (info e prenotazioni: tel. 0825756412 e 3401914076). In piazza Garibaldi è allestito un Info Point, mentre punti ristoro sono posizionati in Piazza Garibaldi e Piazza Di Donato. Continua anche l’iniziativa Promo Giullarte: in tutti i negozi e i pubblici esercizi (ristoranti, pizzerie, bar, etc) che esporranno il logo di Giullarte sarà possibile trovare offerte speciali a tema, e in tutti i ristoranti, pub e pizzerie che aderiranno all’iniziativa sarà possibile trovare uno speciale Menù Del Giocoliere, mentre in tutti i bar l’Aperitivo del Mangiafuoco e il Gelato del Cantastorie.

Giullarte è promosso dal Comune di Atripalda e cofinanziato dal POC Campania 2014-2020, Linea strategica 2.4 “Rigenerazione urbana, Politiche per il turismo e cultura”, con la direzione artistica di Anna Fedullo.