Giuditta: “Irpinia strategica per Napoli e per la Campania”

19 marzo 2010

Mercogliano – Un uomo del territorio. Ecco come è stato definito il candidato al Consiglio della Regione Campania On.Pasquale Giuditta, nell’incontro che si è svolto questo pomeriggio al Caffè I Santi di Mercogliano. Ad aprire i lavori è stato il candidato nella lista Patto per Mercogliano Antonio Iannaccone che ha espresso il pieno appoggio al candidato Giuditta per le regionali. “Sostenere Giuditta – ha spiegato il giovane candidato – significa ripartire dal territorio e completare quel collegamento necessario che esiste tra i comuni, la provincia e l’ente Regione. Ed è proprio attraverso l’elezione di un candidato del territorio che si arriva al completamento di questa filiera”.
La parola è quindi passata al candidato sindaco di Mercogliano, Nicola Sampietro, che, oltre ad aver ricordato l’impegno di Giuditta per tutta l’area del Partenio e per l’Irpinia nel corso delle cariche istituzionali ricoperte in questi anni. Spazio quindi a Pasquale Giuditta che, come sempre, in maniera puntuale e con grande carisma ha incantato la folta platea di amici e sostenitori. “Voglio essere giudicato per quello che ho fatto in questi anni – ha dichiarato il primo cittadino di Summonte – Sono pronto a creare, anzi a proseguire la filiera istituzionale per continuare ad offrire un valido contributo di sviluppo e crescita la nostro territorio. Mi hanno definito l’uomo del territorio – ha proseguito Giuditta – sono fiero di questa definizione in quanto non ho mai messo in secondo piano quelle che sono le esigenze della nostra provincia. Negli anni in cui sono stato parlamentare rientravo ogni settimana in Irpinia, portavo in parlamento quelle che erano le istanze del territorio. E’ questo ciò che serve al nostro territorio”.
Giuditta nel corso del suo intervento si è soffermato su diverse questioni, ed in particolare sul ruolo che la “nuova” Regione dovrà svolgere ovvero programmare e pianificare in quanto la gestione spetterà a comuni e province. “La nostra provincia va riportata in auge, non possiamo e non dobbiamo più accettare la Napoli centralità – ha ribadito ancora una volta Giuditta – L’Irpinia deve essere in grado di creare un modello di sviluppo da esportare legato a quelle che sono le nostre risorse. I nostri territorio sono divenuti ormai strategici per Napoli e per le altre città campane, è su questo che dobbiamo lavorare creando sviluppo intorno al turismo e alle bellezze architettoniche, paesaggistiche, ambientali e culturali della nostra meravigliosa Irpinia”.