Giro di vite sull’immigrazione clandestina: 2 arresti e 2 rimpatri

23 marzo 2011

Avellino – Nei giorni scorsi, i carabinieri della Stazione di Avellino e del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia capoluogo hanno dato corso ad un servizio coordinato per il controllo dei cittadini stranieri presenti in città e per arginare il diffuso fenomeno dell’immigrazione clandestina. A fronte di decine di stranieri fermati lungo le strade del capoluogo irpino, quasi sempre conclusisi con immediati controlli volti a verificare il regolare possesso di un titolo autorizzativo alla permanenza sul suolo italiano, 2 cittadini stranieri sono stati però arrestati con l’accusa di clandestinità ed altri 2 accompagnati ai competenti uffici immigrazione per l’avvio delle pratiche amministrative relative al loro rimpatrio. Per ciò che riguarda i due cittadini arrestati, si tratta di un giovane nigeriano, fermato proprio nel pomeriggio di ieri a piazza Kennedy, e di un ucraino, sorpreso in via Salvatore Pescatori. Entrambi gli extracomunitari, oltre a non essere in possesso di alcun permesso di soggiorno, erano anzi stati colpiti da altrettanti provvedimenti di espulsioni, rispettivamente firmati dal Prefetto di Salerno ed Avellino, in ottemperanza ai quali avrebbero dovuto lasciare il territorio nazionale entro 5 giorni dalla notifica. Vista la disobbedienza all’ordine prefettizio, i due stranieri sono stati tratti in arresto e, nella mattinata odierna saranno condotti dinanzi ai giudici penali del Tribunale di Avellino per la celebrazione del processo per direttissima.