Giornata di premiazione per “Echi di tradizioni”, il concorso di poesia dialettale a Rocca San Felice

Giornata di premiazione per “Echi di tradizioni”, il concorso di poesia dialettale a Rocca San Felice

22 luglio 2019

Con l’alto patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, della Regione Campania, ecc., sabato 27 luglio 2019, in collaborazione col comune di Rocca San Felice in provincia di Avellino e la Pro Loco Ansanto, si terrà la giornata di premiazione di “Echi di tradizioni 2019”, concorso biennale internazionale, giunto ormai all’ottava edizione sotto la direzione di Franca Molinaro, in seno alle attività svolte dal Centro di ricerca tradizioni popolari “La Grande Madre”.

Con l’esperienza maturata negli anni e il successo delle precedenti edizioni, con la convinzione che “il dialetto e le tradizioni costituiscono la specificità di un gruppo la loro perdita porta verso l’omologazione culturale, il recupero è un atto di salvataggio”, torna il Concorso Internazionale Echi di poesia dialettale, ribattezzato in “Echi di tradizioni”.

L’appuntamento è alle nove sotto il tiglio, l’albero della libertà del 1799, nel centro storico, Piazza San Felice. Radunato il gruppo si raggiunge la mefite, dove la professoressa Adriana Pedicini leggerà i passi dell’Eneide riguardanti il luogo. La professoressa Maestro Patrizia Maggio eseguirà per violino un “Canto alla Magna Mater Mefitis”. I poeti Ou Yapeng dalla Cina e Cinzia Aurelia Messina dalla Calabria, leggeranno testi dedicati alla mefite.

Il ritorno a Rocca presso la Casa Ex Eca, è previsto per le undici dove è previsto un aperitivo con prodotti locali e bevande della Grande Madre. Si riprenderà la parte culturale col saluto del sindaco Guido Cipriano.

Intervento del professor Tiziano Arrigoni piombinese, docente di Storia presso il Liceo Enrico Mattei di Rosignano Marittimo. La premiazione avrà inizio con gli autori all’estero, proseguirà poi con i premi agli autori juniores coordinati dalla professoressa Margherita Tirelli docente di lingue presso il Liceo P. V. Marone di Mercato Sanseverino (SA).

Performance degli alunni di terza classe Scuola Primaria Istituto Comprensivo O. Fragnito di Giorgio La Molara (Belperio Davide Pio, Belperio Ilaria, Di Iorio Sofia, Fontanella Antonio, Gagliardi Mathias, Laudonio Biagio, Leppa Pierdante, PescheteDesireè, Pizzella Carmen, Trotta Michela, Verdura Samuele, Vorrasi Luca) coordinati dall’insegnante Carmela D’Antonio.

Il pranzo comunitario previsto per le 13,30, sarà occasione per scambi di conoscenze ed opinioni. Mentre alle ore 17, saluto del socio onorario Grande Madre avv. Angelo Raffaele Beatrice da Rimini.

L’introduzione al premio sarà del giurato prof. Paolo Saggese, docente di materie classiche, scrittore, saggista, direttore artistico CDPS. La consegna è affidata al Museo Civico di materiale archeologico da parte del dott. Florindo Cirignano.

La premiazione proseguirà con autori provenienti da tutta Italia: Franco Francione (RN), Enzo Presutti (AQ), Silvio Falato (BN), Grazia Mazzeo (FG), Emilia De Vecchis (AQ), Adriana Pedicini (BN), Gennaro Flora (NA), Luigi D’Agnese (AV), Lidia Santoro (BN), Sonia Boffa (RM), Rosario Galiero (SA), Carmela Marino (Svizzera), Raffaela Angelino (FG), Carmela D’Antonio (BN), Libero Frascione (AV), Nicola Guarino(AV), Mirella Merino (AV), Carmine Montella (NA), Antonio Panzone (AV), Agostina Spagnuolo (AV), Antonella Quaranta (SA), Brunella D’Angelo (CS), Emilio Mariani (AV), Rita Frusciante (VI), Rocco Di Pietro (AV), Giuseppe Iacoviello (AV), Concetta Iannella (BN), Maria Ivana Tanga (BN), Luigi Biasco (BN), Francesco De Ieso (BN). Laura Bertolini dalla California, Guido Iorlano (RM), Felice Giovine (BA).