Gesualdo punta sull’alta formazione: “Summer School” con l’Università di Salerno

Gesualdo punta sull’alta formazione: “Summer School” con l’Università di Salerno

26 settembre 2018

Una speciale tavola rotonda dedicata alla progettualità di un centro di alta formazione a Gesualdo. È il prossimo appuntamento de “Il volo dell’angelo”, il piano di promozione del territorio ammesso a finanziamento dalla Regione Campania e che ha già registrato, finora, una significativa riflessione sullo sviluppo sociale, economico e culturale dei luoghi abitati dal principe Carlo Gesualdo e dalla sua illustre corte.

“Lo sviluppo del territorio: l’ipotesi di una summer school, centro di alta formazione professionale, a Gesualdo” è il titolo della tavola rotonda che si svolgerà sabato, 29 settembre, alle 10.30, nello storico palazzo Pisapia di Gesualdo e intorno a cui siederanno il sindaco, Notaio Edgardo Pesiri, il parroco Fra Enzo Gaudio, la professoressa Rosa Maria Grillo, direttrice del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Salerno, e i professori Epifanio Ajello, Rosa Giulio, Alberto Granese.

Durante l’incontro, coordinato dal professore Carlo Santoli, sono previsti anche i preziosi contributi di Rosa Grano, Provveditore agli Studi di Avellino e di Vincenzo Fedele, ideatore del progetto “Il volo dell’angelo”, da sempre attento ad analizzare i giovani nel rapporto con l’imprenditoria e le nuove professionalità.

“Ci ritroviamo, ancora una volta, a parlare di sviluppo del territorio in tutte le sue sfaccettature – ha dichiarato il sindaco di Gesualdo Edgardo Pesiri – . Questa tavola rotonda rappresenta un appuntamento speciale dal momento che getterà le basi per una seria progettualità intorno all’ideazione di un centro di alta formazione nel castello di Gesualdo. La summer school, che intendiamo attivare con la collaborazione dell’Università di Salerno, darà avvio a una rinascita culturale con significative ricadute economiche”.

La tavola rotonda arriva come quarto appuntamento del progetto artistico diretto, sotto il profilo artistico, dal regista Roberto Flammia, e curato scientificamente da Carlo Santoli, ricercatore dell’Università degli Studi di Salerno. “Il volo dell’angelo” ha già visto andare in scena il potenziamento comunicativo della disputa dialettica tra l’angelo e il diavolo, l’ultima domenica di agosto, anticipata da un convegno di approfondimento sui valori storici dell’evento.

Un pubblico numeroso ha assistito, il 22 settembre scorso, all’emozionante esibizione del cardinale pianista Lorenzo Baldisseri, segretario generale del Sinodo dei vescovi, nella chiesa di San Nicola, in occasione delle celebrazioni in onore di Padre Pio.

In ottobre gli ultimi due importanti appuntamenti. Il 6 ottobre ci sarà la presentazione del libro “Quid est veritas” di Matteo Zarrella, presidente del Tribunale di Lagonegro, per riflettere sulla passione di Gesù. A seguire, il concerto dell’Orchestra sinfonica del Liceo musicale di Gesualdo.

Il 20 ottobre, nel corso del convegno conclusivo sui risultati raggiunti dal progetto, si proietterà il docu-film sulla secolare manifestazione che mette in scena la lotta tra il bene e il male. Il gran finale sarà affidato alla performance di due artisti d’eccezione: Peppe Barra, icona dello spettacolo partenopeo, interpreterà l’antico testo del “Volo dell’angelo” mentre la musica risuonerà, carica di fluttuanti emozioni, grazie a Luca Pugliese, l’artista poliedrico che, per l’occasione, esporrà anche alcuni suoi quadri sugli angeli.