Genny ‘a Carogna condannato per traffico di stupefacenti

Genny ‘a Carogna condannato per traffico di stupefacenti

by 28 novembre 2016

Gennaro De Tommaso è stato condannato a 10 anni di carcere per associazione a delinquere e traffico internazionale di stupefacenti.

Gennaro è noto anche come Genny ’a carogna, il capo ultrà divenuto popolare il giorno della finale di Coppa Italia del 2014, quando fu protagonista della trattativa con le forze di polizia allo stadio Olimpico dopo l’aggressione del Napoli Ciro Esposito.

Genny ’a carogna, che attualmente si trova agli arresti domiciliari, è stato ritenuto colpevole di spaccio di hashish, marijuana e cocaina provenienti dall’Olanda e dalla Spagna, reato commesso assieme a due zii e a due cugini.

La sentenza, al termine del processo con rito abbreviato, è stata emessa dal gup Livia De Gennaro, che ha accolto solo in parte la richiesta del pm Michele Del Prete il quale aveva chiesto una pena di 18 anni di carcere.

Giovanna Castellano, avvocato difensore dell’ultrà del Napoli, si è detta soddisfatta per la sentenza.