GD – Zoina e Lizza segretari a Tufo e Altavilla Irpina

15 febbraio 2010

Continua la fase costituente dei Giovani Democratici in Provincia di Avellino. Conclusi i tesseramenti sui singoli comuni si è passato alla costituzione dei Circoli locali, attraverso l’elezione dei segretari e degli organi direttivi . Domenica è stata la volta di Tufo ed Altavilla Irpina, i due comuni limitrofi della Media Valle del Sabato.
A Tufo, dove Adriano Maselli (Esecutivo Provinciale – Responsabile Cultura e Comunicazione GD) era presente in qualità di Garante e Presidente, l’assemblea non ha avuto alcun dubbio nell’individuare in Berardino Zoina, studente sedicenne e già dirigente nazionale dei GD, la figura di Segretario – traghettatore di questa fase preliminare. Il neo segretario ringraziando tutti per la fiducia concessagli e dichiarandosi più che soddisfatto del risultato ottenuto ha spiegato che “… in una realtà piccola come la nostra, essere riusciti a creare un movimento giovanile potrebbe sembrare quasi un miracolo. A onor del vero però, non nasciamo dal nulla. Ci sono mesi e mesi di impegno alle spalle, che ci permettono, oggi, di raccogliere il frutto di quanto seminato in precedenza.”

Nel pomeriggio invece, via libera al Congresso di Altavilla Irpina. Presso la locale sede del Circolo PD, si sono riuniti gli iscritti del secondo Circolo più numeroso di Irpinia. Francesco Russo (Dirigente Provinciale GD) in qualità di Garante e Presidente dà lo start ai lavori, ai quali prende parte anche il Segretario Provinciale dei GD Giuseppe Mercurio. Dopo un ampio dibattito animato dagli interventi di Sabrina Polcari, Francesco La Bella e Karol Kocieba si è proceduto all’elezione del Segretario e del direttivo. L’unica candidatura presentata è quella del ventunenne studente Brillante Lizza, eletto per acclamazione. Il direttivo sarà invece composto da: Tania Conte, Carlo Di Giovanni, Francesco La Bella, Donato Vacca e Karol Kocieba. Nel suo intervento conclusivo, il neo Segratario si sofferma in un’analisi lucidissima della realtà altavillese e non risparmia stoccate all’Amministrazione Comunale: “ Altavilla è il paese capofila del collegio uno, dovrebbe essere da faro per i comuni limitrofi, ma spesso si limita a seguire le linee dettate dagli altri, piuttosto che determinarle” dice Lizza “è evidente che l’Amministrazione Comunale è concentrata più sulle ambizioni personali dei singoli che sull’interesse per la Comunità. Ad oggi non ricordiamo nessuna iniziativa culturale, nessuna particolare attenzione al sociale, nessun coinvolgimento dei giovani, ma solo il perseguimento di una politica keynesiana. Si costruiscono e ricostruiscono strade, “grandi opere” come il Corso Garibaldi sempre in manutenzione. Basta. È ora di far ritornare la politica ad Altavilla; oggi i GD hanno dimostrato che è possibile.”