Gara di solidarietà per Fontanarosa: il Carro rivive a Viterbo

Gara di solidarietà per Fontanarosa: il Carro rivive a Viterbo

31 agosto 2018

Continua la gara di solidarietà per Fontanarosa dopo la caduta del Carro. Flumeri, Villanova del Battista, Mirabella Eclano, Carpignano, paesi che, come Fontanarosa, appartengono alle “Vie del Grano” dell’Irpinia, hanno invitato la comunità a partecipare alle loro manifestazioni (simili alla tirata del Carro).

Giunti lì i ragazzi, indossando le maglie tipiche della tirata del 14 agosto, si sono ritrovati avvolti nell’abbraccio di persone fantastiche, che hanno applaudito per omaggiarli, hanno intonato cori e canti in loro onore.

Solidarietà arriva a Fontanarosa anche da fuori. Associazioni di Nola, cittadina campana celebre per i suoi “Gigli”,  hanno fatto arrivare il loro calore fino all’Irpinia. La città laziale di Viterbo, famosa anche per la grande manifestazione  “Macchina di Santa Rosa”, si è attivata per far giungere alla piccola comunità irpina tutto il suo appoggio, morale e materiale.

Gli organizzatori del “Carro” sono stati contattati dal Presidente onorario dei facchini di Santa Rosa, Massimo Mecarini, il quale ha invitato l’intera comunità ad essere presente alla manifestazione da lui presieduta.

Lunedì 3 settembre, il popolo di Fontanarosa risponderà al grande gesto di generosità giunto dai facchini della Macchina di Santa Rosa recandosi in massa a Viterbo.

Durante la giornata, in cui si avrà la possibilità di assistere alla magnificenza maestosa della “Macchina”, il presidente Mecarini inviterà un esperto del “Carro” a presiedere, insieme ad esponenti di altre cittadine che hanno la tradizione dei “Gigli”, al convegno che si terrà alle 13 presso il “Teatro dell’Unione” di Viterbo.

Prima della partenza della Macchina ci sarà un simbolico scambio, ovvero la comunità di Fontanarosa omaggerà i facchini e tutto il popolo di Viterbo di una maglia della Tirata del Carro e di qualche lavorazione tipica. Con grande onore per i fontanarosani, il tutto verrà trasportato insieme alla Macchina, come simbolo, da parte dei cari amici di Viterbo, di vicinanza, onore e solidarietà.