G. D’Ercole: “La maggioranza sempre più armata Brancaleone”

21 dicembre 2005

“Ieri sera l’armata Brancaleone guidata dal Sindaco Galasso ha inanellato l’ennesima brutta figura dinanzi alla Città: per la quarta volta consecutiva, la maggioranza, pur rimpinguata dall’immorale passaggio di campo di qualche meteora, non è riuscita a garantire il numero legale, neanche ad inizio seduta. È superfluo commentare il livello di irresponsabilità di chi la mattina dice che la crisi è superata e poi la sera non ha i numeri per far funzionare l’aula”. E’ l’affondo di Giovanni D’Ercole capogruppo consiliare di An.
“Come sempre, il centrosinistra aggiunge, alla tragedia che vive la Città (non amministrata da ormai due anni), la farsa delle spiegazioni paradossali. E allora scopriamo, per bocca del capogruppo Ambrosone, che la maggioranza non era in aula per un errore tecnico, in quanto i consiglieri avevano confuso la data di inizio della seduta. È questo il tipico caso in cui la pietosa bugia è peggiore della verità.
Infatti, il consiglio comunale viene convocato a mezzo di lettera notificata a tutti i quaranta consiglieri e nella convocazione c’è anche scritto l’orario di inizio dei lavori.
Sostenere, come si è fatto, che non si conosceva l’anticipo di mezz’ora significa affermare o che i consiglieri della maggioranza, cui sono purtroppo affidati i destini di Avellino, non sono capaci di leggere nemmeno l’orario delle convocazioni (figuriamoci, dunque, delibere ben più importanti…) o, addirittura, che le convocazioni, col relativo ordine del giorno, non vengono proprio lette, a conferma del disinteresse per i problemi della Città.
A ciò si aggiunga che la richiesta di anticipo della seduta era provenuta proprio dal capogruppo della Margherita, Ambrosone, e dal Sindaco e il quadro dello sbando della maggioranza è completo. La verità, purtroppo, è sempre la stessa: il centrosinistra, senza uno straccio di progetto di Città, è esclusivamente impegnato in vergognose e dilanianti lotte di potere. Alleanza Nazionale ribadisce, per il bene degli Avellinesi, la richiesta di nuove elezioni per mettere fine a questa crisi infinita e per evitare ulteriori rovine alla Città.


Nessun commento Presente

Comincia una conversazione

Ancora nessun commento!

Puoi essere il primo a cominciare una conversazione

I Tuoi dati saranno al sicuro!L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terzi.