#FuturaAvellino, l’iniziativa del Miur che racconta della scuola digitale

#FuturaAvellino, l’iniziativa del Miur che racconta della scuola digitale

2 ottobre 2018

Da 3 al 5 ottobre, la città di Avellino raccoglie il testimone ricevuto da Rapallo ospitando #FuturaAvellino, la tappa campana dell’evento lanciato dal Miur a Bologna, lo scorso gennaio, per portare sui territori il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD).

L’iniziativa di apertura della tappa di #FuturaAvellino si svolgerà il 3 ottobre dalle ore 15.00 presso il Teatro comunale “Carlo Gesualdo” in Piazza Castello.

Terr@dimezzo è il titolo dell’iniziativa che vuole mostrare e raccontare la scuola digitale e le sue buone pratiche in chiave innovativa, approfondendo  in questo caso il tema della Soft Mobility e dei trasporti. La tre giorni si articolerà in workshop, laboratori didattici, proiezioni, “vetrine tecnologiche”, musica e arte digitale.

#FuturaAvellino coinvolgerà 40 istituzioni scolastiche, 220 studenti partecipanti a percorsi competitivi. Ci saranno 50 workshop formativi per docenti e 650 docenti iscritti alla formazione.

#FuturaAvellino non avrà una unica sede, ma sarà un evento “diffuso” che occuperà tutta la città dall’ex Carcere Borbonico, a Piazza della Liberà, al Teatro Gesualdo, al Convitto Colletta fino alla Stazione di Avellino.

Proprio dalla Stazione, a bordo di un treno storico, partirà il Soft Mobility Hack“Ritorno al Futuro – In viaggio verso Montella alla riscoperta della mobilità dolce” un momento di incontro e confronto per tutte quelle realtà scolastiche nazionali che hanno vissuto o stanno vivendo nei loro territori di appartenenza processi di ripristino e rigenerazione di linee ferroviarie turistiche, in grado di attrarre nuovo turismo.

Ci sarà poi il Civic Hack, una vera e propria maratona progettuale che coinvolgerà studentesse e studenti, provenienti dalle Istituzioni Scolastiche del secondo ciclo della Provincia di Avellino. Nella Future zone studentesse e studenti, docenti, cittadini potranno scoprire innovazioni, esperienze e buone pratiche della scuola digitale e del territorio.

Molti i seminari,  le tavole rotonde e i convegni aperti a docenti, studentesse e studenti e cittadini, dedicati alla progettazione delle aree interne e al futuro della Terr@dimezzo.

Sarà un’occasione unica per raccontare la Scuola digitale e le sue buone pratiche in chiave innovativa, rappresentando alcontempo i simboli che caratterizzano e rafforzano l’identità del territorio.